Ravenna: 87enne senza luce. Ancisi (LpR): "Polemica personale di Stoppa"

Ravenna: 87enne senza luce. Ancisi (LpR): "Polemica personale di Stoppa"

RAVENNA - L'assessore ai servizi sociali Stoppa, non rispondendomi nel merito sulla situazione di un ottantasettenne non autosufficiente che il sistema locale dei servizi sociali ha condotto ad essere privato della corrente elettrica, avendogli negato un contributo per pagare le bollette arretrate, si è avventurato in una polemica personale del tutto gratuita.

 

Innanzitutto, quella che sarebbe una mia "protetta" il cui caso sarebbe da me utilizzato intenzionalmente per "gettare discredito" sul Comune, è una signora che, per quanto pensionata del Comune, non ricordo di avere mai conosciuto e che non ho neppure incontrato.

 

Ho solo risposto ad una sua telefonata, nella mia consueta veste di chi non cerca argomenti da trattare, ma ascolta quelli sottopostigli dai cittadini i quali, dopo avere sbattuto la testa con una serie di impiegati, dirigenti e assessori del Comune, senza essere presi in considerazione, mi considerano il loro difensore civico. È un ruolo che svolgo, con molto dispendio di energie e di tempo, al di fuori dei miei doveri d'ufficio e, tra l'altro, di persona e gratuitamente. Pretendo solo che sia rispettato da chi invece questo ruolo ce l'ha istituzionalmente e per svolgerlo dispone di personale a iosa e di una interessante retribuzione.

 

Non so cosa Stoppa intenda per famiglia dell'anziano, che vive solo e con la badante. Ma la figlia che a me si è rivolta mi ha dimostrato telefonicamente che lei ed altri eventuali parenti non erano in condizione, almeno temporaneamente, di pagare quelle bollette. Dell'anziano si sono sempre fatti carico, per tutte le sue necessità, che non sono solo quelle delle ultime bollette, trattandosi di una richiesta di contributo straordinaria e limitata a questa sola emergenza. Comunque, la cosiddetta "famiglia" dell'anziano potrà rispondere da se stessa. Mi limito a non credere, fino a prova contraria, che sia tanto crudele e degenere da far tagliare la luce al proprio congiunto, privandolo tra l'altro, nel giorno più torrido, del funzionamento del ventilatore e del materasso antipiaghe, se è vero, come l'assessore dichiara, che è "certamente in grado di far fronte agli oneri delle bollette". Non finisce qui.

 

 

Alvaro Ancisi, capogruppo Lista per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -