Ravenna: abuso edilizio, finisce in prescrizione

Ravenna: abuso edilizio, finisce in prescrizione

Ravenna: abuso edilizio, finisce in prescrizione

RAVENNA - Abuso edilizio a Lido Adriano. Si è conclusa in prescrizione la vicenda giudiziaria che vedeva come imputato il costruttore cesenate Federico Soldati, difeso dall'avvocato Massimiliano Nicolai. Il caso risale al giugno del 2004, quando gli agenti della Guardia di Finanza (con la collaborazione del personale dell'ufficio Edilizia del Comune) misero i sigilli a dieci appartamenti ricavati dai garage del residence Belvedere in viale Caravaggio.

 

Soldati, benché il 31 marzo del 2003 fosse scaduto il termine per beneficiare della sanatoria a titolo di condono edilizio, versò al Comune la somma di 57mila euro. Il Comune, tuttavia, non firmò la sanatoria e il costruttore si rivolse al tribunale amministrativo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'agosto del 2005 il tribunale del Riesame accolse l'istanza di dissequestro presentata che venne presentata dall'avvocato Nicolai. Successivamente scattò il processo articolato in diverse udienze. Lunedì la prescrizione. La sentenza è stata letta dal giudice Roberto Evangelisti. Ora Soldati potrà chiedere anche la restituzione della somma versata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -