RAVENNA - Adriatica, Nervegna (Fi): ''Mancata messa in sicurezza''

RAVENNA - Adriatica, Nervegna (Fi): ''Mancata messa in sicurezza''

RAVENNA - "Da anni gli abitanti di Fosso Ghiaia, nel comune di Ravenna, denunciano l'inadeguatezza e la pericolosità della strada statale n. 16 Adriatica con particolare riferimento alle tratte all'interno dei centri abitati. La giunta comunale ha attuato una politica urbanistica che ha agevolato nuovi insediamenti e aperture di nuovi accessi incompatibili con le esigenze di sicurezza stradale. Ma al costante aumento del traffico non è corrisposto nessun intervento apprezzabile di messa in sicurezza. Risultato? Gli abitanti di Fosso Ghiaia subiscono da decenni innumerevoli disagi, ed i problemi legati alla sicurezza sono aumentati a dismisura dal notevole flusso di traffico diretto al parco di Mirabilandia".


Questa la denuncia di Antonio Nervegna, consigliere regionale del Gruppo Forza Italia - Verso il nuovo Partito dei moderati e dei liberali", che ha portato il caso in assemblea regionale e s'è visto rispondere oggi (mercoledì 28 novembre 2007) dall'assessore Alfredo Peri.


La strada è statale ma, tagliando in due il paese di Fosso Ghiaia per un tratto di oltre due chilometri si configura anche, in quel punto, come strada urbana.


Antonio Nervegna ha ricordato che nel mese di agosto la Giunta comunale di Ravenna ha approvato un progetto definitivo di adeguamento della strada che prevede una minicirconvallazione interna che renderebbe possibile il collegamento fra le due distinte parti del paese oggi divise dalla statale.


Ma sono urgenti anche la realizzazione di una pista ciclabile separata e protetta dalla statale fino a Classe, l'integrazione degli impianti di illuminazione e la revisione totale della segnaletica stradale: ricorda Nervegna.


Il consigliere regionale azzurro ha presentato un'interpellanza in Regione chiedendo se l'ammodernamento della strada statale n. 16 Adriatica sia compresa nelle priorità del programma quinquennale dell'Anas e nel programma triennale di intervento sulla rete viaria di interesse regionale.


Ma la risposta dell'assessore regionale Peri è stata negativa: "l'opera non rientra negli interventi attualmente in corso di approvazione a causa della scarsità delle risorse finanziarie". Quanto alla soluzione di primo intervento che renderà possibile il collegamento fra le due parti del paese e vede come protagonisti gli enti locali del ravennate, l'assessore Peri ha risposto che il progetto esecutivo è stato approvato e i lavori sono stati aggiudicati con apertura del cantiere il 23 luglio scorso. Il termine dei lavori è previsto per fine giugno 2008.


"Soluzioni tampone a parte - conclude Antonio Nervegna - ai cittadini resta il rammarico di subire gli effetti dell'incapacità politica, gestionale e programmatoria degli enti locali amministrati dal centrosinistra che non si sono sentiti in obbligo di attivare tutte le iniziative possibili per sollecitare l'Anas e il Governo (guidato sempre dal centrosinistra!) a risolvere un annoso e pericoloso problema come quello della sicurezza stradale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -