Ravenna, al bar con 'coca' e 'maria'. In manette un 47enne

Ravenna, al bar con 'coca' e 'maria'. In manette un 47enne

Ravenna, al bar con 'coca' e 'maria'. In manette un 47enne

RAVENNA - Gli agenti della Volante della Questura di Rimini hanno arrestato due cittadini tunisini per inosservanza della normativa in materia di immigrazione e un cittadino senegalese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti nel tardo pomeriggio di martedì hanno proceduto al controllo di alcuni clienti all'interno di un bar di via Tommaso Gulli. Tra questi c'era un senegalese che alla vista degli uomini in divisa ha assunto un atteggiamento sospetto.

 

I controlli hanno permesso di appurare che a carico dell'extracomunitario, S.K. di 47 anni, c'erano numerosi precedenti penali per reati di detenzione illecita di sostanze stupefacenti, ricettazione, riciclaggio e contraffazione di documenti. Il controllo ha permesso di recuperare un coltello a serramanico della lunghezza di 18 centimetri, nonché, all'interno della borsa che portava a tracolla, un sacchetto di cellophane contenente 22 grammi di marijuana.

 

In un fazzoletto di carta sono stati trovati all'interno altri 2 grammi di ‘maria' e 210 euro, suddivisi in banconote di grosso taglio, del cui possesso il senegalese non ha fornito una valida  giustificazione. Gli agenti lo hanno accompagnato in Questura insieme ad altri due stranieri che erano sprovvisti di documenti d'identità. Mentre stava salendo sulla Volante, il 47enne si è disfatto di un involucro in cellophane contenente 1,3 grammi di cocaina.

 

L'uomo è stato arrestato per il reato di detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e indagato per possesso ingiustificato di armi o strumenti atti all'offesa. Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta, il coltello e le banconote venivano sequestrati.

 

Gli altri due stranieri, risultati dagli accertamenti dattiloscopici essere di nazionalità tunisina, di 48 e 33 anni e con precedenti per reati in materia di stupefacenti e immigrazione clandestina, sono stati anch'essi arrestati per inosservanza della normativa sull'immigrazione poiché inottemperanti a provvedimenti di espulsione firmati gli scorsi giugno e ottobre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -