Ravenna, al Palazzo delle Arti il 'teatro degli enigmi' di Giorgio De Chirico

Ravenna, al Palazzo delle Arti il 'teatro degli enigmi' di Giorgio De Chirico

Ravenna, al Palazzo delle Arti il 'teatro degli enigmi' di Giorgio De Chirico

Uno degli esiti più alti della metafisica di Giorgio de Chirico "consiste nel togliere il mistero e l'enigma dalla parte dell'oscurità e consegnarli alla chiarezza e alla precisione della forma", il visibile pittorico non è più la rappresentazione del reale. Da qui il titolo della mostra "Giorgio de Chirico il metafisico ovvero il teatro degli enigmi" che inaugura venerdì 29 agosto alle ore 21 nelle sale espositive del Palazzo delle Arti Mauro De Andrè, a Ravenna.

 

A trent'anni dalla scomparsa, a centoventi dalla nascita e nel centenario delle primissime manifestazioni della poetica "metafisica", si vuole celebrare con una rassegna antologica che riunisce alcune tra le opere più interessanti dei cicli creativi dell'artista, uno dei maestri più significativi, saccheggiati e controversi dell'arte italiana ed internazionale.

 

In mostra circa 130 pezzi, una raccolta di opere a partire dagli anni Venti di diversi periodi della sua produzione artistica, realizzate con tecniche diverse dalla pittura alla scultura, ai disegni, alcuni dei quali mai visti prima dal pubblico, dai pezzi di grafica ai "gioielli" realizzati direttamente dal Maestro. La mostra rende, in maniera chiara ed esauriente, il valore e la capacità espressiva dell'autore non solo sotto il profilo pittorico, ma anche per definire lo spessore culturale, letterario e filosofico che l'autore ha espresso durante la sua vita.

 

Ecco allora che accanto ad una ventina di dipinti ad olio, da Vita silente in un paese (1951), Piazza d'Italia (1955), Ritratto Senatore Giulio Andreotti (1958/59), Bagnante (1953), fino a Cavalli in riva al mare con castello (1955), si possono ammirare le sculture e multipli di sculture, tra cui le mini sculture o gioielli, questi ultimi, sono 17 pezzi, svelano un'altra sensibilità artistica di De Chirico. Solo negli anni '70 De Chirico si interessa alla creazione di sculture gioiello, fusioni a cera persa in argento massiccio o argento dorato e una limitata tiratura di esemplari in oro.

 

Sono inoltre in mostra 46 tra disegni e acquerelli che rendono l'intensità del lavoro preparatorio dell'artista. Inoltre una copia del romanzo autobiografico dal titolo Ebdòmero, un capolavoro di letteratura surrealista pubblicato in Francia nel 1929, quando i suoi rapporti con il surrealismo erano definitivamente rotti. Definito da Louis Aragon: "opera indeterminatamente bella", il libro (Hebdomeros 1972, edizioni Carlo Bestetti) è composto da 24 litografie in bianco e nero con testi in lingua francese. A completare la mostra l'intera serie di Mythologie, realizzata nel 1934 composta da 10 litografie, che fanno da cornice a "La piscina dei Bagni Misteriosi" (1973). Questa è la maquette della "piscina-fontana" dei Bagni Misteriosi ideata e realizzata da Giorgio de Chirico per la XV Triennale del 1973, accanto è esposto L'ospite dei Bagni Misteriosi, (1969), proveniente dalla Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara. Di tutta la produzione artistica di De Chirico, si tratta dell'unica opera monumentale realizzata. Le origini dell'iconografia e la fortuna del tema dei Bagni Misteriosi, risalgono dalla Mythologie di Jean Cocteau del 1934, alle opere di una fantasia straordinariamente originale presenti dagli anni Trenta fino alla neometafisica degli anni Sessanta e Settanta, dalla pittura alla scultura.

 

Sarà infine proiettato a ciclo continuo un video dove De Chirico parla di sé mentre dipinge nel suo studio.

 

 

Sede espositiva:                         Palazzo Mauro De André, viale Europa, 1 - Ravenna

Periodo:                                    dal 29/08/2008 al 15/09/2008

Organizzazione:                          Associazione Culturale Il Cerbero

Orario:                                      dalle 18.30 alle 23.30, domenica dalle 18.00 alle 23.30

Informazioni:                    Palazzo Mauro De Andrè tel. 3358151821, e-mail: info@ilcerbero.it

Catalogo e mostra:            a cura di Silvana Costa, testo critico di Bruno Bandini

Patrocinio:                        Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, Comune di Ravenna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -