Ravenna, al teatro Alighieri "La figlia del reggimento"

Ravenna, al teatro Alighieri "La figlia del reggimento"

RAVENNA - Martedì 19 gennaio alle 17.30 (Sala Corelli del Teatro Alighieri, ingresso libero) per "Prima dell'opera", il ciclo di incontri di presentazione dei titoli della stagione lirica ravennate, Iole Di Gregorio presenterà al pubblico "La figlia del reggimento" di Gaetano Donizetti in scena all'Alighieri sabato 23 e domenica 24.
Il terzo appuntamento della Stagione d'opera porterà sulle scene il melodramma comico musicato da Gaetano Donizetti nella versione italiana di Calisto Bassi, la versione scaligera de La Fille du Régiment arriverà all'Alighieri dopo la tournèe nei teatri del circuito lombardo che hanno firmato la nuova produzione, assieme al Teatro Alighieri, che fa riferimento alla nuova edizione critica curata da Claudio Toscani per la Fondazione Donizetti di Bergamo.

Il capolavoro di Donizetti viene riproposto per la prima volta, nell'unica versione italiana curata dallo stesso compositore per la Scala nel 1840, con l'orchestra dei Pomeriggi Musicali sotto la direzione di Alessandro D'Agostini e con la regia, le scene e i costumi a firma di Andrea Cigni, che immagina l'opera come una sorta di film di fantasia. «Il taglio cinematografico - dichiara Cigni - è stato uno dei linguaggi ricercati per il mio lavoro; ho voluto pulire la drammaturgia, concentrandomi sui due luoghi in cui Maria e i personaggi agiscono. Da una parte l' accampamento tra soldati, gavette, il sidecar con cui va a prendere le vivande: qui tutto è a misura d' uomo, e quindi anche di Maria, perché lei stessa si definisce un soldato. Dall'altra, la casa giocattolo in cui è costretta a trascorrere la sua nuova vita: un luogo che non le appartiene, monotono e lezioso». Una drammaturgia dunque ripulita da inutili trovate e gag, con lo scopo di restituire un carattere specifico ad ogni personaggio rispettando il senso della teatralità donizettiana.

Diplomata in pianoforte e laureata in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo presso l'Università di Bologna, Iole di Gregorio insegna dal 1987 Storia ed estetica musicale presso l'Istituto Superiore di Studi musicali "G. Verdi" di Ravenna. Svolge attività di ricerca musicologica e collabora con diverse associazioni concertistiche e culturali, per le quali scrive programmi di sala, tiene conferenze e lezioni aperte al pubblico. Nel 1990 ha pubblicato per la casa editrice Leo S. Olschki di Firenze la biografia ricostruita su materiale inedito del compositore del Cinquecento napoletano Giovan Domenico Montella, del quale ha curato l'edizione moderna del Settimo libro de' madrigali a cinque voci.
Oltre ad articoli per riviste specializzate, ha pubblicato I sei e i loro amici. Musica e pittura a Parigi nella Parigi degli "Anni Folli" (Ravenna 2001) e Balcanica (Edizioni Diabasis 2008), cataloghi di due mostre realizzate per conto dell'Istituto "G. Verdi" e in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Ravenna. Dal 2004 si occupa inoltre della ricerca storica e musicologica per la rassegna Organo e Orchestra nel Romanticismo che si tiene a Ravenna, in Duomo, nel periodo di settembre-ottobre.

"Prima dell'opera", ciclo di incontri di presentazione dei titoli della stagione lirica ravennate, è organizzato dalla Fondazione Ravenna Manifestazioni in collaborazione con la Società Dante Alighieri di Ravenna.

Info: 0544 249244 - www.teatroalighieri.org

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -