RAVENNA - Al Teatro Rasi la prima assoluta di AMORE (2 atti) di Fanny & Alexander

RAVENNA - Al Teatro Rasi la prima assoluta di AMORE (2 atti) di Fanny & Alexander

RAVENNA - Lunedì 25 giugno al Teatro Rasi (due recite alle 21 e alle 23 con repliche 26 e 27) dopo l’anteprima di Ubu sotto tiro, il Teatro torna protagonista di Ravenna Festival e lo fa ancora con una compagnia di casa, Fanny & Alexander che ritorna al Festival con una nuova produzione: AMORE (2 atti).

Lo spettacolo, attinge a vari racconti dello scrittore toscano Tommaso Landolfi, in particolare “La piccola Apocalisse”, in cui una misteriosa donna, detta P., incontra D. in un ristorante straniero e lo conduce fuori per una passeggiata. La bellissima protagonista parla una lingua impossibile di luci e colori capace di tradurre in maniera misteriosa e perfetta la realtà: una lingua anche terribile che segnala la mostruosa compresenza degli opposti nel cuore delle cose, una lingua dalla richiesta altissima, che per essere “parlata” costringe ad un vero e proprio stravolgimento delle categorie morali, estetiche e ad un ripensamento della struttura etica del mondo. La passeggiata, e le sue stranissime stazioni allegoriche, costituiscono un esempio pratico di una lingua impossibile, la lingua di luci e colori che la donna afferma di conoscere.
Questa lingua imprendibile eppur perfetta, è la lingua ad una dimensione, capace di tradurre con crudele perfezione ciò che nel mondo non conosce altro rapporto con le cose, tutto quello che è refrattario ad essere ripetuto in altra forma, poiché nulla in questo mondo “ha due significati e due vite”.
Questa lingua sposta l’accento sull’universo retorico-morale che presiede o soggiace ad ogni atto comunicativo, e dunque ad ogni gesto artistico, collocandosi dolorosamente al di là di ciò che si chiama Vizio o Virtù, Bene o Male.

Luigi de Angelis e Chiara Lagani hanno cercato di tradurre la lingua e la passeggiata in un’esperienza sensoriale tangibile per il pubblico, lavorando non sulla rappresentazione di un racconto ma sulla presenza dello spettatore come testimone al centro della storia evocata.
Il tema delle lingue impossibili, sul quale Fanny & Alexander hanno lavorato negli ultimi spettacoli (“Heliogabalus” e “Dorothy. Sconcerto per Oz”) e nei laboratori “Alfavita”, in Landolfi è segnato sempre dalla divaricazione tra cose e lingua, tensione utopica e impatto distruttivo con la realtà che ad un certo punto diviene quasi ossessivo man mano che la vita, con la sua opaca 'realtà', acquista terreno sul sogno, sull'utopia.

Prodotto da Fanny & Alexander e Ravenna Festival AMORE (2 atti) è realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

Lo spettacolo prevede l’accesso di 60 spettatori per recita.
Info e prenotazioni:
tel. 0544 249244 – www.ravennafestival.org

Sempre il Teatro Rasi (il 26 giugno alle 17.30) ospiterà la giornata di studi “Le piccole apocalissi di Tommaso Landolfi” cui parteciperanno Idolina Landolfi (figlia dell’autore e curatrice di tutte le sue opere), Caterina Marrone (studiosa di filosofia del linguaggio), Rodolfo Sacchettini (critico teatrale), Cristina Terrile (italianista) e Fanny & Alexander.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fanny & Alexander
AMORE (2 atti) prima assoluta

lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 giugno
Teatro Rasi, ore 21 e ore 23

produzione Fanny & Alexander e Ravenna Festival
con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna

tratto da alcuni testi di Tommaso Landolfi

ideazione Chiara Lagani e Luigi de Angelis
regia, scene, luci, orchestrazione Luigi de Angelis
drammaturgia Chiara Lagani
progetto costumi BIANCA E BLU MONICA BOLZONI MODA DESIGNER

con Marco Cavalcoli e Chiara Lagani

consulenza letteraria Rodolfo Sacchettini
realizzazione scenografica Opera Ovunque
elettrotecnica Andrea Catalano e Marco Cavalcoli
dipinto di scena Cristian Zurita
scultura in cera Lia Pari
riprese Super8 Luigi de Angelis
assistente ai costumi Sofia Vannini
promozione e ufficio stampa Valentina Ciampi e Marco Molduzzi
logistica Sergio Carioli
amministrazione Marco Cavalcoli e Antonietta Sciancalepore

si ringraziano Daniela Andrello, A.p.A.I. - Casa dell'Arte, Alessandro Argnani, Catherine Boving, Cinzia Dezi, Elisa Eusebi, Enrico Fedrigoli, Enrico Isola, Francesca Merciari, Massimo Paci, Symrise GmbH & Co. KG, Zapruder Filmmakersgroup

un ringraziamento speciale a Idolina Landolfi


Le piccole apocalissi di Tommaso Landolfi
giornata di studi

26 giugno, ore 17.30
Sala Rossa del Teatro Rasi, via di Roma 39

partecipano Idolina Landolfi (figlia dell’autore e curatrice di tutte le sue opere), Caterina Marrone (studiosa di filosofia del linguaggio), Rodolfo Sacchettini (critico teatrale), Cristina Terrile (italianista), Fanny & Alexander


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -