Ravenna: al via i "Lunedì della pace"

Ravenna: al via i "Lunedì della pace"

RAVENNA - Sarà l'Asia centrale e l'etnia degli Yaghnobi il tema al centro del primo appuntamento con I lunedì della Pace, corsi di formazione per operatori di pace organizzati dall'Istituto Italiano per l'Africa e l'Oriente (IsIAO) con il supporto della Provincia e del Comune di Ravenna, della Regione Emilia-Romagna e con la collaborazione di Fondazione Flaminia.

 

Formulati quest'anno per la prima volta in singole giornate di lavoro, i corsi di formazione per Operatori di Pace mirano a fornire punti di vista diversi, conoscenze e metodi per apprezzare le diversità. Chi può essere infatti operatore di pace? Un volontario, un pacifista, un inviato, un militare, un leader carismatico? La storia insegna che la conflittualità nasce dove c'è diversità, poiché la diversità spesso diventa diseguaglianza ed emarginazione. Basta camminare per strada, salire su un treno o fare la fila alla posta per incrociare sguardi che vengono da paesi lontani portando con sé abitudini e ragioni di culture diverse. A volte sono quegli stessi paesi di cui si sente parlare alla televisione e sui quotidiani. È operatore di pace colui che prima di giudicare, parlare e agire si interroga sulle semplificazioni e sulle rappresentazioni che i media e la collettività fanno delle diversità, dimenticando che il mondo del diverso è vasto e sfaccettato quanto il nostro.

 

Il primo Lunedì della Pace, in programma lunedì 23 febbraio alle 10 nell'aula Gershevitch di via Oberdan, avrà come titolo ‘I signori della via della Seta: conoscere e tutelare la civiltà degli Yaghnobi, paradigma di un antichissimo schema interculturale'. Protagonista dell'incontro sarà dunque una delle etnie che compongono il mosaico dell'Asia Centrale, quella Yaghnobi, che ben si presta ad esemplificare le dinamiche in atto e a definire alcune linee guida per lo sviluppo futuro dell'area. Saranno presenti due studiosi di fama internazionale, Antonio Panaino della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali, e Velizar Sadovski da Vienna. Tra i relatori anche un gruppo di giovani ricercatori che hanno conosciuto l'Asia Centrale sul campo, collaborando e lavorando con le istituzioni e gli abitanti locali. In questa occasione verrà proiettato il video-documentario dell'ultima missione italiana in Tajikistan guidata dal prof. Panaino, premiato a Genova nella settima edizione del Premio Chatwin ‘Camminiando per il mondo'.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il programma dettagliato della giornata si trova su www.fondazioneflaminia.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -