Ravenna: al via l�11esima edizione del master in Diritti umani

Ravenna: al via l’11esima edizione del master in Diritti umani

RAVENNA - Sono stati il prefetto di Ravenna Riccardo Compagnucci e il vicesindaco Giannantonio Mingozzi a salutare questo pomeriggio l'avvio del Master in Diritti Umani e intervento umanitario, organizzato dalla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna con il supporto di Fondazione Flaminia.

 

Agli iscritti, riuniti nella sala Gershevich dell'ex Seminario arcivescovile in via Oberdan, Compagnucci ha tenuto a portare la propria esperienza maturata in materia di immigrazione nell'ex Jugoslavia e in Ruanda: "Il dramma è vedere come, dove le violazioni dei diritti umani sono più estese, proprio lì finiscono per diventare la normalità. A voi che sarete in futuro impegnati su questo fronte, dico che il successo dell'azione umanitaria sta nel risolvere i problemi sul posto, non nel trasferirli altrove, e che il lavoro di accoglienza umanitaria deve essere prima di tutto finalizzato alle generazioni che verranno. La speranza è che i nostri figli non debbano più affrontare questa emergenza. Il vero dramma è che nel 2009 ancora debbano farsi corsi sui diritti umani. Sono convinto che questo master, oltre a professionalità e sbocchi lavorativi, vi darà grande arricchimento umano".

 

"Lo studio dei diritti umani - ha aggiunto Mingozzi, facendo ai presenti gli auguri di buon lavoro - è attualmente riconosciuto strategico anche dalle aziende locali che, aprendosi verso i mercati esteri, si stanno sempre più rendendo conto di quanto la figura dell'esperto dei diritti umani sia necessaria per la loro attività. Per la prima volta dopo undici edizioni il master, diretto dal prof. Gozzi, si svolge a Ravenna e questo non è un caso: la presenza del porto, la vocazione agli scambi e l'attività delle imprese ravennati rivolta ai Paesi stranieri, rappresentano il terreno più fertile per questo tipo di formazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -