Ravenna: alcol e droghe, dalla Cna una pubblicazione per le scuole

Ravenna: alcol e droghe, dalla Cna una pubblicazione per le scuole

RAVENNA - La CNA di Ravenna mette a disposizione dei 2500 studenti delle classi IV delle scuole medie superiori della provincia di Ravenna la pubblicazione "Guida e Abuso di alcol, farmaci e droghe", sui rischi derivati dall'assunzione di tali sostanze.

 

La pubblicazione è curata da specialisti di massimo livello, come il prof. Cesare Baccini, responsabile del Laboratorio di Farmacologia e Tossicologia Clinica dell'Ospedale di Ravenna, nonché professore di Tossicologia Generale e Ambientale nell'Università di Bologna; Franco Medri, sostituto commissario di Polizia Stradale, consigliere nazionale ASAPS. La prefazione è stata curata dal Prefetto di Ravenna, Floriana De Sanctis.

 

La pubblicazione si avvale del patrocinio della Provincia di Ravenna, dell'ASAPS (Amici Sostenitori della Polizia Stradale), dell'AUSL di Ravenna, della Conferenza Socio-Sanitaria della Provincia di Ravenna e del contributo della Camera di Commercio, dell'Autorità Portuale, dell'INAIL e di UNIPOL.

 

La proposta di CNA di divulgare l'opuscolo nelle scuole, scegliendo le classi IV, cioè i ragazzi in procinto di prendere la patente, è stata condivisa e sostenuta dal prof. Fabrizio Mori, direttore dell'Ufficio Scolastico Provinciale (U.S.P.), che sosterrà la distribuzione agli Istituti scolastici della provincia.

 

La CNA vuole caratterizzarsi sempre più come un soggetto economico, impegnato anche nelle tematiche sociali, attraverso contributi concreti per la formazione e l'informazione sui temi della sicurezza, che rappresenta un motivo di forte preoccupazione.

Nonostante le tante informazioni diffuse sul tema, nonostante le tante campagne mediatiche lanciate, c'è ancora molto lavoro da fare per rendere le persone consapevoli sui rischi che possono mettere in pericolo la propria vita e quella altrui.

Nello specifico il tema dell'assunzione di alcol, droghe, farmaci e la loro interazione ha una valenza sociale importante perché va ad interessare tutte le fasce della popolazione, dai giovani agli anziani, nei vari momenti della vita: dal divertimento, al lavoro alla cura delle varie sintomatologie.

 

Questa iniziativa conferma l'attenzione della CNA nei confronti dei giovani e il suo contributo per l'educazione alla salute e alla sicurezza. Ricordiamo, tra le altre, l'esperienza realizzata di recente sul territorio lughese, che ha visto la collaborazione tra i Comuni della Bassa Romagna, il SERT (AUSL) e la CNA, per il trasporto tramite minibus dei ragazzi presso la discoteca di riferimento del territorio, fornendo una risposta alle esigenze di sicurezza delle famiglie e del territorio nel suo insieme.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -