Ravenna: allarme ippodromo, si mobilità Pd alla Camera

Ravenna: allarme ippodromo, si mobilità Pd alla Camera

Ravenna: allarme ippodromo, si mobilità Pd alla Camera

RAVENNA - Un appello per il rilancio dell'ippica italiana e per scongiurare la chiusura degli ippodromi di Roma

Capannelle (galoppo), di  Tor di Valle (trotto), di S. Siro, di Ravenna e di Livorno. L'iniziativa e' stata promossa dal capogruppo del Pd nella commissione Agricoltura della Camera Nicodemo Oliverio e gia' sottoscritto da tutti i componenti del gruppo democratico della XIII commissione di Montecitorio.

 

"Poco piu' di un anno fa- si legge nell'appello- approvammo in Parlamento un emendamento che stanziava 150 milioni di euro per contrastare e superare la grave crisi dell'ippica italiana". Ma "a distanza di un anno, il bilancio e' pessimo. A parte qualche iniziativa di carattere propagandistico e qualche nomina ministeriale, il governo non ha fatto nulla per riformare strutturalmente l'Unire (l'Unione nazionale per l'incremento delle razze equine)". Inoltre, recita ancora il documento, "giudichiamo estremamente dannosa la decisione dell'Unire di chiudere, nonostante abbia ricevuto 150 milioni di euro di finanziamento, gli ippodromi di Roma Capannelle, di  Tor di Valle, di S. Siro, di Ravenna e di Livorno".

 

Nell'attesa "chiediamo al Governo, ed in particolare al ministro Zaia, di scongiurare la chiusura degli ippodromi". In assenza di un concreto piano di ristrutturazione e rilancio, "questa scelta si configurerebbe come una soluzione scriteriata, priva di un reale impatto sul sistema e molto dannosa in termini sociali visto che le ricadute effettive sarebbero prevalentemente sui bilanci delle migliaia di famiglie che perderebbero la propria principale fonte di reddito", chiude l'appello.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -