Ravenna, amministrazione 'semplificata' per barbieri e parrucchieri

Ravenna, amministrazione 'semplificata' per barbieri e parrucchieri

RAVENNA - Nella seduta di martedì sera il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità il regolamento comunale per l'esercizio delle attivita' di acconciatore  e barbiere presentato dall'assessore all'artigianato Matteo Casadio. "Il regolamento - ha spiegato l'assessore - introduce nuove e importanti forme di semplificazione amministrativa nelle procedure a carico degli esercenti.

 

In particolare, da ora in poi, per l'esercente, parrucchiere e barbiere, per poter avviare l'attività sarà sufficiente la presentazione della SCIA, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività senza attendere i 30 giorni previsti dalla precedente disciplina.

La SCIA dovrà essere accompagnata da autocertificazioni, asseverazioni e attestazioni di tecnici abilitati in sostituzione dei pareri degli enti competenti.

L'attività della Pubblica Amministrazione si sposta così dall'istruttoria preventiva al controllo successivo, attraverso gli enti competenti, sulla base delle dichiarazioni autocertificate o le asseverazioni dei tecnici.

Si è raggiunto in questo senso un accordo anche l'Ausl per agevolare ancora di più gli esercenti.

Sarà l'impresa a dichiarare sotto la propria responsabilità la corrispondenza ed il rispetto del Regolamento d'Igiene per locali ed attrezzature, senza che sia più necessario il rilascio preventivo del nulla osta dell'Ausl che rappresentava anche un onere economico per le imprese.

 

"E' chiaro - ha commentato Casadio - che la diffusione di queste nuove procedure caratterizzate dall'autocertificazione avvantaggiano i cittadini, ma richiedono un potenziamento dei controlli in capo agli enti, tali da determinare, nel tempo, un cambiamento organizzativo notevole per stare al passo con la nuova filosofia della semplificazione amministrativa".

 

E' intervenuto Gianfranco Spadoni "per Ravenna" che definendo il nuovo regolamento migliorativo rispetto al passato e dichiarando un voto favorevole, ha evidenziato l'importanza di monitorare il rispetto dei requisiti igienico sanitari, e di vigilare attivamente sulla vendita di accessori affinchè questa, da complementare, non diventi l'attività prevalente.        

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -