Ravenna, anche il Comune alla Marcia per la Pace

Ravenna, anche il Comune alla Marcia per la Pace

RAVENNA - Con una delibera approvata dalla giunta comunale su proposta di Elettra Stamboulis, assessore con delega Ravenna nel Mondo, il Comune ha aderito al comitato organizzatore della Marcia per la pace Perugia - Assisi, che si svolgerà domenica 16 maggio per iniziativa del Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani e della Tavola della pace.

 

La Marcia Perugia - Assisi sarà preceduta, il 14 e il 15 maggio, dal Forum della pace, dal Meeting nazionale delle scuole per la pace "Cittadinanza e Costituzione", dal Meeting dei giovani per la pace e da un ricco programma di attività da realizzare su tutto il territorio nazionale.

 

Condividendo le motivazioni e gli obiettivi dell'iniziativa, con la quale si intende rinnovare ed estendere la cultura e l'impegno dell'Italia per la pace e i diritti umani, promuovendo una nuova scala di valori contro il dilagare della violenza, della paura, dell'intolleranza, del razzismo, delle mafie e dell'illegalità, della censura, dell'indifferenza e della rassegnazione, l'assessore Elettra Stamboulis prenderà parte ai lavori del Forum e parteciperà, insieme all'assessore Giovanna Piaia, alla Marcia Perugia - Assisi con il gonfalone della città di Ravenna.

 

Comune e Arci invitano la cittadinanza a partecipare. La partenza è prevista alle 6 di domenica 16 maggio da piazza Natalina Vacchi. Il viaggio, in pullman, è gratuito. Occorre prenotarsi entro mezzogiorno di venerdì 14 telefonando dalle 9.30 alle 15 allo 0544.219721 (Arci) oppure dalle 9 alle 13.30 ai numeri 0544.485304 o 0544.482890 o mandando una mail a cooperazione@comune.ra.it oppure efava@comune.ra.it (Comune).

 

Anche la Cgil organizza propri pullman, sempre in partenza alle 6 da piazza Natalina Vacchi. Per prenotazioni: 0544.244280, 0545.913011, 0546.699611, www.cgilra.it.

Questo progetto fa seguito alle manifestazioni già organizzate in Italia nel 1995, nel 1997, nel 1999, nel 2001, nel 2003, nel 2005 e nel 2007, alle quali ha aderito e contribuito anche la nostra amministrazione.

 

L'iniziativa permetterà di valorizzare il prezioso lavoro svolto da Comuni, Province e Regioni che s'impegnano concretamente a promuovere i diritti umani a partire dal proprio territorio secondo il motto "La pace comincia dalle nostre città".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -