Ravenna, Ancisi (LpR) a capo della commissione sul Consorzio servizi sociali

Ravenna, Ancisi (LpR) a capo della commissione sul Consorzio servizi sociali

Ravenna, Ancisi (LpR) a capo della commissione sul Consorzio servizi sociali

RAVENNA - Il Consiglio comunale di Ravenna ha approvato giovedì in tarda serata, all'unanimita', la delibera presentata dal presidente, Valter Fabbri, per la costituzione di una commissione d'indagine sul disavanzo nel bilancio del Consorzio dei servizi sociali. A presiedere la commissione, che si riunira' a porte chiuse, sara' il capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, eletto con i voti dei gruppi di maggioranza, della sua lista civica (ma lui si e' astenuto), piu' quella di Gianfranco Spadoni.

 

Lo stesso Ancisi aveva ricevuto la 'benedizione' informale dal sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, non appena era stata avanzata l'ipotesi di creare una commissione d'inchiesta presieduta dall'opposizione (e il suggerimento del sindaco aveva fatto insorgere il Pdl). I nomi in ballo per la carica di presidente erano tre: oltre ad Ancisi, quello di Eugenio Costa (capogruppo Fi-Pdl) e quello di Gianfranco Spadoni (Spadoni per Ravenna). Il capogruppo di Lpr ne ha incassati ben 27.

 

Sono state invece respinte le due mozioni presentate dai gruppi Fi-Pdl e An-Pdl, in cui si chiedeva la rimozione del direttore generale del Comune, Carlo Boattini (respinta con 21 voti contrari, 6 favorevoli e 2 astensioni), e quella presentata dallo stesso Ancisi (contrari i gruppi di maggioranza, favorevoli Lista per Ravenna e Gianfranco Spadoni per Ravenna, astenuti FI - Pdl e An - Pdl) in cui si invitava il sindaco "ad attivare, nel caso emergano ipotesi di responsabilita' a carico di soggetti

dipendenti dall'amministrazione comunale, le procedure necessarie per avviare il procedimento disciplinare di contestazione degli addebiti".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -