Ravenna, Ancisi (Lpr): "Artisti di strada sì, no ai vandali graffitari"

Ravenna, Ancisi (Lpr): "Artisti di strada sì, no ai vandali graffitari"

Mi congratulo con la dr.ssa Raffaella Sutter, alla quale si deve il progetto del servizio Politiche giovanili del Comune di Ravenna: "Valorizzazione della street art e del writing urbano: RigenerArte - writing urbano in Romagna", che, avendo partecipato al bando promosso dall' ANCI - Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e dal dipartimento della gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri sul tema: "Giovani Energie in Comune", ha ottenuto il finanziamento principale di 50 mila euro. Partendo dal coinvolgimento degli studenti delle scuole superiori ravennati, si intende promuovere nei giovani l'educazione all'arte di strada, che si esprime comunemente sotto forma di graffiti e di murales, orientandola verso l'abbellimento artistico di edifici pubblici e zone della città specificamente indicate.

 

Conoscevo, ho apprezzato ed ho sostenuto il progetto, che mi ha interessato particolarmente come vice-presidente dell'ANCI.

Mi sono sempre battuto a Ravenna contro i vandalismi che hanno deturpato le facciate di moltissimi edifici pubblici e privati, purtroppo anche monumentali, della nostra città, proponendo che l'amministrazione comunale si facesse carico di orientare in senso ben altrimenti positivo i giovani ad esprimere nell'ambiente urbano, in forma d'arte e rispettosa della legge, le loro capacità grafiche e pittoriche. Questo progetto, che ho richiamato in sintesi, ma che si propone organicamente sotto molte sfaccettature e con un'ampia e diversificata pluralità di azioni e di interventi, va in questa direzione.

 

Si spera che dia dignità e valore ai nostri migliori giovani artisti di strada e nel contempo ad edifici e ambienti urbani troppo spesso e troppo a lungo deturpati.


Alvaro Ancisi
Lista per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -