Ravenna, Ancisi (LpR): "Sopratassa sui Vu Cumprà"

Ravenna, Ancisi (LpR): "Sopratassa sui Vu Cumprà"

RAVENNA - Lista per Ravenna si è battuta contro il pagamento della sosta nel parcheggio Spik dell'ospedale fin  dal 2001, quando raccogliemmo le firme dei cittadini su una petizione. La definimmo subito, per la sua evidente ingiustizia, una "tassa sul dolore". Dopo un insistito martellamento, riuscimmo ad ottenere che quasi la metà dei posti, cioè 178 contro 183, fossero gratuiti. Successivamente, siamo tornati alla carica con quattro interrogazioni. Quando il sindaco Matteucci annunciò, nel maggio scorso, il progetto di mettere a pagamento l'intero parcheggio, rinforzammo la nostra protesta, lanciando, testualmente, il 22 maggio, la seguente contro-proposta: "Al riguardo, un intervento strutturalmente risolutivo sarebbe invece il raddoppio del parcheggio in sopraelevazione, una possibilità che il nuovo piano del traffico urbano, approvato nel gennaio 2008, introduce su quattro parcheggi del centro storico (quelli nelle vie Cura, Port'Aurea, Guidarelli e Beatrice Alighieri) e che potrebbe essere estesa al parcheggio Spik dell'ospedale".

 

Da lunedì prossimo, invece, parte la cosiddetta "estensione integrale a pagamento" dell'intero parcheggio, mentre la nostra proposta del raddoppio in sopraelevazione sarà oggetto di uno studio di fattibilità. Nella migliore delle ipotesi, passerà qualche anno fino a che l'opera sia realizzata, mentre un'amministrazione anche solo un po' meno rapace avrebbe aspettato l'esito di questa iniziativa prima di dare il via all'adozione del nuovo sistema. In tal modo, il Comune risparmia la metà del costo di affitto dell'area pagato all'AUSL, ma è un risparmio odioso perché colpisce i cittadini, soprattutto quelli meno abbienti, che all'ospedale non ci vanno per scelta o per svolgere un'attività retribuita, ma per visitare o assistere i propri cari sofferenti.

 

Come se non bastasse, si è colta l'occasione per aumentare la tariffa del parcheggio da 35 a 50 centesimi l'ora. L'assessore ha però dichiarato che, in compenso, si limiterà, pur senza risolverlo, il problema dei parcheggiatori abusivi, perché gli utenti pagheranno alla cassa, all'uscita, solo per il tempo di effettiva sosta, così verrà meno il commercio dei biglietti non scaduti. Ci è sempre stato detto che, per allontanare i parcheggiatori abusivi, sarebbe stata risolutiva una delle ordinanze del sindaco celebri nel mondo. Il "contrordine compagni" consiste ora nell'aver aggiunto alla tassa sul dolore una sopratassa del 30% sui vu' cumpra'.

 

Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -