Ravenna, Ancisi (Lpr): "Sulle mense la Stamboulis bara"

Ravenna, Ancisi (Lpr): "Sulle mense la Stamboulis bara"

La lunghissima esternazione dell'assessore all'istruzione Stamboulis sull'abolizione del "ripasso" nelle mense scolastiche, è un capolavoro di dotte ipocrisie, che non sto a contraddire, se non le più vistose. Fino a ieri il ripasso non aveva limiti né aggettivi, come sanno migliaia di bambini e genitori. Ora viene fuori che era non come "aumento della grammatura somministrata, ma come diversa somministrazione". Cioè? "La comunicazione alle famiglie ha seguito un iter capillare". Ne ho sentito o visto delle decine, tra cui solo una aveva ricevuto preventiva comunicazione.

 

Le altre l'hanno saputo dai loro bambini affamati (letteralmente, non avrei ragione di dirlo se i genitori non si fossero espressi così, anche per iscritto). Tra questi, ho un testimone eccellente in un consigliere comunale della stessa maggioranza della Stamboulis, certamente non distratto nei rapporti Scuola-Comune-Famiglie.

 

L'assessore, "segnala che per settembre lo sconto per le primarie realtà sarà del 45% e per giugno del 75%". Peccato che sul sito del Comune sia tuttora scritto così: "SCUOLA PRIMARIA TEMPO PIENO prevista la riduzione automatica del 20% nel mese di settembre e del 20% nel mese di dicembre (vacanze natalizie) e del 50% nel mese di giugno".

 

La Stamboulis dica dunque che ha fatto una vistosa marcia indietro, peraltro parziale e insufficiente, dopo che Alvaro Ancisi, non altri, ha sollevato il problema, secondo lei "con toni inopportuni", ma evidentemente a tono.

 

 

Alvaro Ancisi, capogruppo Lista per Ravenna

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -