RAVENNA - Approvato il bilancio 2007 di Delta 2000

RAVENNA - Approvato il bilancio 2007 di Delta 2000

RAVENNA - E’ stata convocata per domani l’assemblea ordinaria della Società Delta 2000, al cui ordine del giorno risulta iscritta l’approvazione del bilancio di esercizio 2007. Ieri pomeriggio, il consiglio provinciale ha dato mandato al proprio rappresentante di esprimere parere favorevole.


Hanno espresso voto contrario i gruppi di minoranza: FI verso il nuovo partito dei moderati e dei liberali , AN Il Popolo della Libertà e Udc.


“La Provincia partecipa con una quota di capitale sociale pari al 7,83% alla società Delta 2000 con capitale a maggioranza pubblica. La Società Delta 2000 presenta una situazione di equilibrio finanziario e patrimoniale come si evince dal bilancio, dimostrando di avere superato la difficile situazione finanziaria dell’anno precedente” ha spiegato il presidente della Provincia Francesco Giangrandi.


“Nel proprio piano industriale 2009-2013, presentato a novembre 2007 nel consiglio provinciale che approvò l’aumento di capitale sociale della Provincia, viene evidenziato un percorso di risanamento e di riassetto finanziario volto a dare stabilità a un positiva condizione finanziaria e patrimoniale della società. L’esercizio si chiude con un risultato positivo, al netto delle imposte, di un milione 963mila euro, risanando il disavanzo dell’anno 2006. Rispetto al capitale investito la società ha saputo trarre buoni profitti sia dalla gestione operativa che complessiva”.


Nel corso del dibattito sono intervenuti:


Massimo Mazzolani, capogruppo AN Il Popolo della Libertà: “Il nostro giudizio resta negativo. Dopo un 2006 deficitario, il 2007 è stato l’anno del risanamento ma solo grazie all’apporto di risorse fresche. Raccomando più rigore per evitare di incorrere in un disavanzo nei prossimi anni”.


Guido Fabbri, Pd: “Delta 2000 non fa business, non deve cercare utili, infatti vive di contributi pubblici. Rilevo un netto miglioramento dei conti segno dello sforzo che è stato compiuto per risanare il disavanzo 2006”.


Francesco Morini, capogruppo Udc: “Sono tre i limiti del piano industriale di Delta 2000. La capitalizzazione è insufficiente; i costi fissi sono troppo elevati e gli utili dovrebbero contribuire significativamente a sopportare i costi fissi”.


Guido Mondini, capogruppo PdCI: “Con l’intervento diretto della Provincia la situazione di sofferenza sta evolvendo; il mio voto favorevole è naturalmente subordinato all’attenta verifica dell’esercizio 2008”.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -