RAVENNA - Approvato il bilancio 2007 di Stepra

RAVENNA - Approvato il bilancio 2007 di Stepra

RAVENNA - Il consiglio provinciale ha approvato a maggioranza - col voto contrario di AN, FI e Udc - il proprio atto di indirizzo al fine della partecipazione ai lavori dell'assemblea ordinaria di S.TE.P.RA., società consortile mista a.r.l., convocata per il 12 maggio, al cui ordine del giorno è iscritta l'approvazione del bilancio di esercizio 2007.

 

L'assessore alle politiche per lo sviluppo Bruno Baldini, ha riferito che "la Provincia partecipa con una quota di capitale sociale pari al 48,5102% (1 milione 339mila euro) alla società S.TE.P.RA. che ha un capitale sociale di 2 milioni 760mila euro. Il bilancio di esercizio 2007 presenta una situazione di equilibrio finanziario; l'esercizio infatti si chiude con un risultato positivo, al netto delle imposte, di euro 94mila 442 euro".

 

"S.TE.P.RA. ha insediato un centinaio di nuove piccole e medie imprese in aree produttive messe sul mercato a prezzi competitivi - ha sottolineato il vicepresidente Baldini. Un ulteriore sviluppo delle attività della società è previsto nel biennio 2008/09 grazie ai cospicui fondi che l'Unione europea metterà a disposizione".

 

Dal 1999 S.TE.P.RA. è l'agenzia di marketing territoriale della Camera di Commercio, della Provincia, dei Comuni e della Comunità Montana dell'Appennino Faentino. Creata con lo scopo di promuovere lo sviluppo economico ed imprenditoriale, S.TE.P.RA. si propone come interlocutore per gli imprenditori interessati alle opportunità di insediamento produttivo nel territorio di Ravenna, luogo geograficamente strategico dove realizzare i propri investimenti. 
La mission di Stepra prevede tre principali linee di intervento. Anzitutto la gestione di aree produttive. Attualmente STEPRA gestisce interventi a Solarolo (secondo stralcio) dove l'intervento riguarda un'area di ulteriori 13mila metri quadrati oltre  i 27mila realizzati nel 2002; Voltana (l'area si colloca all'inizio del centro abitato di Voltana, in prossimità del futuro svincolo della  Statale Adriatica), "Bassette" di Ravenna, Naviglio a Bagnacavallo (area in fregio alla S.P. Naviglio direzione Faenza in corrispondenza del nuovo innesto dell'Autostrada A14 bis Ravenna - Bologna), tra Lugo e Fusignano (sull'asse Lugo-Fusignano, in Comune di Lugo al confine con Fusignano fronte S.P. Quarantola,  al servizio di entrambi i Comuni) e, infine, a Riolo Terme sulla S.P. Casolana - Riolese a valle di Riolo Terme, in corrispondenza dell'area artigianale, per una superficie complessiva di circa 57mila metri quadrati, da cui si ricaverà  una superficie di 40mila  metri quadrati di lotti vendibili.

 

In tutti questi casi, S.TE.P.RA. acquisisce, trasforma per il mercato e vende aree e immobili destinabili all'insediamento di attività industriali, artigianali, commerciali, direzionali, residenziali e turistiche nel nostro territorio, a condizioni più competitive rispetto a quelle normalmente praticate sul mercato. Svolgendo quest'attività in sinergia con gli enti locali, S.TE.P.RA. ha l'obiettivo di promuovere la crescita economica,  attraverso una gestione delle aree produttive focalizzata sulle esigenze delle imprese, al fine di assicurare ai potenziali investitori: prezzi competitivi per la realizzazione di insediamenti produttivi, opere di urbanizzazione eseguite secondo elevati standards qualitativi ed ecologicamente compatibili, tempi certi di realizzazione degli investimenti, garantendo un'assistenza completa e gratuita in tutte le fasi dell'insediamento produttivo. 


S.TE.P.RA. fornisce anche complete ed esaurienti informazioni sulle varie opportunità di investimento, valorizzando le potenzialità del territorio per  attrarre nuovi investimenti da parte di imprese, incentivando e rafforzando lo sviluppo dell'imprenditoria locale.

Due gli avviamenti in corso. Il primo nel Comune di Massa Lombarda, S.TE.P.RA. sta sviluppando un'area di intervento di complessivi  80.000 metri quadrati, compresa all'interno del comparto generale noto come Selice 2000, destinato ad insediamenti produttivi ed artigianali. Dall'urbanizzazione della suddetta area di intervento S.TE.P.RA. si ricaveranno circa 62mila metri qudrati di lotti vendibili a destinazione produttiva. Il secondo a San Pietro in Vincoli, in un'area alle spalle dell'esistente zona artigianale, secondo le linee urbanistiche  del Comune di Ravenna.

 

Nel corso del dibattito sono intervenuti per motivare il proprio voto favorevole il capogruppo Angelo Zoli e i consiglieri Carla Benedetti e Roberto Gulandi del gruppo Pd; tutti e tre hanno richiamato "la necessità che S.TE.P.RA. continui la proficua collaborazione con i Comuni perché garantisce trasparenza e imparzialità".

 

Francesco Morini, capogruppo Udc: "S.TE.P.RA. sciupa i fondi dell'Unione europea. Non è affatto chiaro se la manovra di bilancio 2007 sia improntata a prudenza oppure no"

Giovanna Benelli, FI: "Siamo fermamente contrari a un'immobiliare pubblica che detiene il monopolio del marketing territoriale". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -