Ravenna: approvato in Comune il bilancio "anti-crisi"

Ravenna: approvato in Comune il bilancio "anti-crisi"

Ravenna: approvato in Comune il bilancio "anti-crisi"

RAVENNA - Con i voti della maggioranza, Palazzo Merlato ha approvato nella seduta di Consiglio di l'altra sera il bilancio di previsione 2010. "Gia' dall'anno scorso abbiamo creato le condizioni per poter disporre quest'anno di risorse straordinarie, che abbiamo deciso di destinare in parte (2,7 milioni) agli investimenti, anche con una funzione anticrisi, in parte (2 milioni) alla spesa corrente, cioe' a uno stanziamento straordinario per le famiglie in difficolta'", spiega l'assessore

 

I soldi andranno anche "ai trasferimenti all'Asp e all'incremento dei contributi ai consorzi fidi", ha  ricordato l'assessore al Bilancio, Alberto Cassani, concludendo il dibattito. "Qualcuno ha detto che si tratta di misure insufficienti. Io sinceramente non lo credo- ha affermato- penso ad esempio che il fondo anticrisi contribuira' ad aiutare tante famiglie ravennati a superare l'attuale momento di difficolta'.

 

Tutto questo e' stato accompagnato da un sensibile sforzo di riduzione delle spese". La maggior parte dei capitoli del bilancio, fa notare, "e' in calo e le principali voci di riduzione assommano a oltre un milione di euro rispetto all'anno scorso". E allora, insiste l'assessore, "a chi ci rimprovera di aver utilizzato risorse straordinarie per affrontare la spesa corrente, rispondo che si e' trattato di una scelta ponderata e valutata come necessaria per poter affrontare la crisi. Ritengo che almeno 1,2 milioni (rispetto ai 2 impiegati) dovranno essere confermati anche per il prossimo anno e ritengo che ci siano le condizioni per farlo".

 

Tirando le somme, dunque, "ritengo che questo sia un bilancio solido, ben equilibrato e per alcuni versi coraggioso", ha concluso l'assessore. Ma non e' dello stesso parere il consigliere di Lista per Ravenna, Federico Fronzoni, l'unico che abbia presentato emendamenti (tutti respinti) al documento cardine di Palazzo Merlato.

 

La maggioranza, dopo aver detto no ai suoi cinque emendamenti, attacca Fronzoni, "ha detto si' ad un bilancio che l'assessore ha definito coraggioso, mentre noi diciamo che ci vuole un bel coraggio a proporre una tale prospettiva ai ravennati. Lo dimostra anzitutto "la mancata sussidiarieta' nell'evoluzione dei posti bimbo nei nidi e scuole d'infanzia", ma anche il fatto che "sulla manutenzione straordinaria strade investiamo solo 2,1 milioni di euro, curando non piu' del 2,7% delle nostre malandate strade", e che "con il ricorso ai Boc per 9,5 milioni di euro, aumentiamo l'indebitamento di ogni ravennate, che passa da 466 euro del 2009 a 500 euro attuali, con un incremento del 7,3%".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -