Ravenna: attivato il nuovo impianto di biostabilizzazione

Ravenna: attivato il nuovo impianto di biostabilizzazione

RAVENNA - Sette biotunnel del diametro di circa 3,5 m per una lunghezza di 48 metri in grado di contenere dai 3.500 ai 4.000 kg circa di rifiuto per metro lineare. Questa la dotazione, unitamente alle piastre tecnologiche alle quali sono ancorati i biotunnel e le macchine insaccatrici, del nuovo impianto di biostabilizzazione realizzato su un'area di 2.500 metri quadrati inserita nel Comparto Impianti di via Romea.

 

La nuova linea concretizza la sperimentazione avviata nel dicembre 2007 per verificare la possibilità di trasformare la frazione umida proveniente dall'impianto di produzione del CDR - combustile da rifiuto - in una componente solida recuperabile. 

Il processo, effettuato in loco all'interno del biotunnel, è innescato dalla biossidazione accelerata del rifiuto organico che, togliendo acqua, trasforma la frazione umida in un materiale secco. 

 

Evidenti i vantaggi sul fronte ambientale.

Oltre ad evitare il conferimento della frazione umida di risulta in discarica, la produzione di materiale biostabilizzato consente, infatti, di sostituire il terreno vergine utilizzato per la copertura giornaliera dei rifiuti conferiti in discarica con il materiale secco derivante dal processo.

Per abbattere le emissioni di odori sgradevoli che potrebbero formarsi durante la biostabilizzazione, il processo dispone di un sistema di filtri a carboni attivi.

Il processo si compie nell'arco di 21 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presenza di sette biotunnel consente di effettuare nel corso di un anno 121 cicli di biostabilizzazione e quindi di trattare oltre 23.000 tonnellate di frazione umida. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -