RAVENNA - Avanzano le grandi opere per dare più acqua alla provincia ravennate

RAVENNA - Avanzano le grandi opere per dare più acqua alla provincia ravennate

RAVENNA - Procedono a pieno ritmo i lavori dei cantieri per l’uso plurimo della acque del Canale Emiliano Romagnolo (CER) nelle aree “Bevano–Fiumi Uniti” e “Ronco-Bevano”, opere che consentiranno di risolvere molti problemi di approvvigionamento idrico ed irrigazione nel Ravennate. I due progetti in corso di realizzazione nella pianura ravennate, per complessivi 30 milioni di euro, prevedono la costruzione di una condotta di adduzione di circa 20 chilometri - che prelevando l’acqua dal CER a Mensa Matellica la trasporterà fino a Ravenna - e la realizzazione degli impianti di sollevamento e distribuzione per 2.900 ettari agricoli dei distretti irrigui “Canale della Gabbia” e “Puglioli”. Nel tratto CER – Fiumi Uniti è prevista inoltre la derivazione delle portate d’acqua necessarie ad altri cinque distretti irrigui e al nuovo impianto di potabilizzazione di Hera per i fabbisogni civili e industriali.


Ma non basta: da questa primavera-estate saranno appaltati per oltre 17 milioni di euro anche i lavori relativi all’Area “Montone”, che porteranno l’acqua del CER alle aziende agricole di Reda, Corleto, Basiago e S.Biagio in comune di Faenza. Sono inoltre già finanziati e in dirittura di arrivo per oltre 13 milioni di euro anche i lavori relativi all’Area “Lamone-Via Cupa” che trasporteranno l’acqua del CER per irrigare i campi dei distretti “Pisinello (Godo e S.Pancrazio) e S.Egidio (Piangipane e Santerno)nei comuni di Russi e Ravenna.


La notizia è stata data dal Consorzio della Romagna Centrale in occasione della presentazione del bilancio di previsione 2007, che quest’anno ammonta a 59 milioni e 300 mila euro, di cui 8,2 milioni di euro per la gestione corrente.

INTERVENTI NEI COMUNI DI PIANURA – In pianura il Consorzio metterà in campo nel 2007 ben 21 progetti. I più importanti riguardano la realizzazione di 2 progetti per la sistemazione idraulica dei comprensori a scolo naturale e meccanico Fosso Ghiaia per fronteggiare il fenomeno della subsidenza a Ravenna; il completamento di altri 4 progetti contro la subsidenza nel comune di Ravenna per la sistemazione idraulica dei comprensori a scolo naturale e meccanico Bevanella e Via Cerba e al sistema di monitoraggio della rete idraulica consortile; i 5 progetti di messa in sicurezza ed adeguamento del sistema scolante del bacino a scolo naturale Acquara Alta a Ravenna; infine l’ampliamento della rete distributiva irrigua nelle aree ravennati in cui sono in corso di esecuzione le dorsali di adduzione principale sia a valle che a monte del CER.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la manutenzione delle opere e degli impianti di bonifica e di irrigazione, il Consorzio investirà circa 3 milioni e 145 mila euro, con un aumento del 4,6% rispetto al 2006.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -