Ravenna: aviaria, "Nessun pericolo nelle nostre valli"

Ravenna: aviaria, "Nessun pericolo nelle nostre valli"

RAVENNA - Prosegue l'attività di monitoraggio degli anatidi e dell'influenza aviaria presso la stazione ornitologica di Volta Scirocco, gestita dalla Provincia nelle Valli di Comacchio.

 

"L'ufficio parchi provinciale - spiega l'assessore provinciale ai parchi Eugenio Fusignani - opera in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico di Padova, referente nazionale per il controllo dell'influenza aviaria, effettuando i prelievi e le analisi dei campioni organici sui volatili presenti nelle nostre zone umide".

 

"L'aviaria non riguarda le nostre valli. I dati sono confortanti, infatti tutti gli esemplari catturati dopo la ripresa della nostra attività di cattura, sospesa per garantire tranquillità agli uccelli durante il periodo riproduttivo - sono risultati sani. In ogni caso, continueremo a tenere alta la guardia, proseguendo nel monitoraggio e nel controllo periodico degli esemplari catturati".

 

"L'altro dato confortante - continua Fusignani - viene dallo stato di salute dell'acqua. Prosegue infatti l'attività del Tavolo dell'acqua - di cui fanno parte Regione Emilia-Romagna Dipartimento Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa (Servizio Parchi, Servizio Tecnico di Bacino Fiumi Romagnoli) Provincia e Comune di Ravenna, Parco del Delta, Consorzio di Bonifica Romagna Centrale Consorzio di Bonifica CER Hera - fortemente sollecitato da questo assessorato, che ha già reso possibile l'immissione di maggiori quantità d'acqua dolce in Valle Mandriole.

 

Questo ha permesso di poter vedere i primi risultati, con la ricomparsa di alcune piante acquatiche tipiche delle acque dolci, che non erano più segnalate da oltre cinque anni. Ciò fa ben sperare anche per una ripresa della tifa (una specie di canna) e del salicone (una specie di arbusto acquatico), che negli ultimi anni hanno subito fortissime contrazioni, e per la ricomparsa anche della bellissima ninfea bianca".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Occorrono, comunque, altri interventi - conclude Fusignani - per migliorare la qualità delle acque di Valle Mandriole, garantendo non soltanto un periodico ricarico, ma anche un deflusso, attraverso lo scarico e, quindi, l'importantissimo ricambio idrico. Anche su questo versante, la Provincia, attraverso l'ufficio parchi, continuerà a tenere alta l'attenzione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -