Ravenna, Bartolini (PdL): "Ausl, sostituire il direttore Carradori"

Ravenna, Bartolini (PdL): "Ausl, sostituire il direttore Carradori"

Ravenna, Bartolini (PdL): "Ausl, sostituire il direttore Carradori"

RAVENNA - Tiziano Carradori va sostituito. Se la magistratura ha chiesto davvero in via cautelare la sospensione dell'incarico del direttore generale dell'Ausl di Ravenna Tiziano Carradori e degli altri vertici coinvolti nell'indagine, allora e' necessario sostituirli, per permettere al lavoro dell'azienda di andare avanti. A chiederlo e' il consigliere regionale del Pdl Luca Bartolini in una interrogazione alla Giunta regionale nella quale sottolinea la necessita' di permettere "una regolare  gestione delle Ausl e dell'Area Vasta Romagna".

 

Per Bartolini al posto del direttore generale, che e' anche coordinatore di Area Vasta, va individuata una figura da scegliere tra uno dei direttori delle Ausl di Forli' o Cesena. Questo anche per "assicurare finalmente una rotazione necessaria ad evitare le disparita' di trattamento tra le varie Ausl". La magistratura, infatti, ha avviato un'inchiesta che vede coinvolto il direttore generale dell'Ausl di Ravenna insieme ad altri suoi dirigenti, a causa di un appalto sui trasporti del  centro prelievi laboratorio Unico Area Vasta Pievesestina (Cesena). E, proprio nei giorni scorsi, ricorda Bartolini, anche la Conferenza socio sanitaria territoriale di Ravenna ha lamentato la situazione di stallo "che sta creando non pochi problemi alla gestione ordinaria della Ausl e di tutta l'Area Vasta".

 

Diversa la versione della conferenza sanitaria di Ravenna, secondo cui non e' vero che l'Ausl di Ravenna e l'Area Vasta Romagna sono in stallo, "il consigliere Bartolini fa affermazioni che non sono corrette". L'attivita' prosegue regolarmente e il rapporto di fiducia con il direttore generale dell'Ausl di Ravenna, Tiziano Carradori, che e' sotto indagine "e' forte come sempre". Non solo, ma la Conferenza socio sanitaria "non ha bisogno di interpreti che travisano le nostre parole per il proprio interesse". E' dura la reazione dell'assessore provinciale alle Politiche sociali a Ravenna e presidente della Conferenza, Emanuela Giangrandi, alle parole del consigliere regionale del Pdl, Luca Bartolini.

 

Il quale, in una interrogazione alla Giunta regionale, ha chiesto la sostituzione del direttore generale Carradori perche' l'indagine in corso rallenta il lavoro delle Ausl. Per Bartolini, peraltro, anche la Conferenza avrebbe lamentato una situazione di stallo dovuta alla vicenda giudiziaria. Ma e' la stessa presidente a ribellarsi a questa interpretazione: "Noi abbiamo semplicemente sollecitato le indagini, spiegando che se la vicenda va avanti ancora molto a lungo ci potremmo trovare in difficolta' per la realizzazione di alcuni obiettivi, ma non abbiamo detto certo che siamo fermi", attacca.

 

Anzi "continuamo a lavorare regolarmente". Un esempio per tutti sono i nuclei di cura primari sui quali la Conferenza sta lavorando. "Chi vuole rallentare questi progetti si fa forza di una situazione per le proprie battaglie", conclude l'assessore. (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di zanzarnel
    zanzarnel

    perchè questo signor Bartolini ce l'ha tanto con Carradori, forse perchè,l'Area Vasta sarebbe stata in contrapposizione con il modello di sanità della Lombardia, tanto caro al PDL. Se pensassero di più alla salute dei cittadini invece che gli interessi dei propri partiti (vale per tutti, destre sinistre e centri vari)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -