Ravenna, basket: Acmar in trasferta a Cavriago

Ravenna, basket: Acmar in trasferta a Cavriago

Stringere i denti ed andare a cercare il primo risultato positivo esterno, per concretizzare la buona prestazione di domenica scorsa con Pordenone e per prendere slancio in campionato. E' questo il credo dell'Acmar Ravenna di Cesare Ciocca, che scenderà in campo sabato sera a Cavriago contro la Scuola Basket, nella quinta giornata di campionato. Di fatto, Ravenna va a sfidare la formazione che viaggia con il secondo migliore attacco, ma anche con la seconda peggior difesa del girone, numericamente parlando.


Questa l'analisi di coach Cesare Ciocca: "La settimana è andata come le ultime che abbiamo vissuto in questo mese. Rispetto al passato è rientrato Cicognani, che deve però recuperare tutta la condizione fisica e tecnica che ha perso in questo mese, e non sappiamo se e quanti minuti potrà avere. Sarà ancora assente Sanlorenzo, ed anche Quartieri ha registrato un piccolo problema ad una caviglia, e ad oggi è ancora in dubbio. Siamo consapevoli di avere una partita difficile davanti, contro una squadra che ha vinto facilmente a Santarcangelo la settimana scorsa, nella quale tutti i giocatori sanno perfettamente cosa fare. Per noi sarà difficile, andiamo in campo con le migliori intenzioni, pur dovendo rapportarci con notizie diverse dalle aspettative dall'infermeria".


Cavriago è squadra da ritmi alti. "Bisognerà valutare se riusciremo ad attaccarli adeguatamente, se riusciremo a contenere le loro bocche da fuoco. Di fatto non abbiamo troppi riferimenti, perché è vero che Cavriago ha perso due volte in casa, ma è altrettanto vero che ha vinto per due volte in trasferta. Concentrandoci su di noi, si tratta di cercare di vincere la prima volta in trasferta, per portare a casa due punti importanti e per proseguire il nostro cammino".

 

Le rotazioni saranno inevitabilmente modificate: "Ognuno dovrà dare il massimo, contando anche su un giocatore come Morigi, che è fondamentale per l'impegno in palestra ma può aiutarci anche in partita. Con Pordenone mi è piaciuto il fatto che la mia squadra sia rimasta concentrata per 40': per il momento mi concentro sui miei, perché il campionato non ci ha ancora chiarito i reali valori delle squadre impegnate. Ed allora, il nostro obbiettivo diventa quello di muovere la classifica anche fuori da Ravenna. Non sarà semplice, perché siamo una squadra forte, ma al tempo stesso molto giovane, e perché abbiamo diversi problemi di infortuni, ma vogliamo farcela".

 

Detto dell'assenza certa di Sanlorenzo, andranno valutate fino all'ultimo le condizioni di Cicognani e di Quartieri; di fronte, l'Acmar troverà un giocatore da 23 punti di media come Simone Cervi, in quintetto con Fantini, Evotti, l'esperto Diacci e Pezzi. Dalla panchina, attenzione a Cacciavillani, a Ligabue ed all'ex Scavolini Pesaro e Tezenis Verona Alberto Rossato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -