Ravenna, basket. Per l'Acmar trasferta delicata a Pordenone

Ravenna, basket. Per l'Acmar trasferta delicata a Pordenone

RAVENNA - Delicata trasferta per l'Acmar di Cesare Ciocca, attesa dalla trasferta di Pordenone contro una Cgn che in settimana ha operato sul mercato e che inizia dalla partita con Ravenna il proprio assalto alla salvezza. Dopo la sesta sconfitta consecutiva, giunta al supplementare in casa della Conad Budrio appena una settimana fa, la dirigenza friulana ha confermato la fiducia a coach Drvaric, operando però sul mercato; la Cgn ha salutato l'ex di turno Marco Zatta, che ha chiuso anzitempo la stagione per un problema alla schiena, e Fabio Cossa, ingaggiando da Padova l'ala piccola di origine triestina Adriano Pigato.

Con un ottimo giocatore in più nel motore, Pordenone cercherà di rendere dura la partita dell'Acmar. La squadra di Ciocca vive, a sua volta, un momento completamente opposto: "Non pensiamo alla cabala - spiega il coach nativo di Treviglio - perché se guardiamo il recente passato è evidente come la squadra abbia sofferto maggiormente nella partita di Rovereto, a casa dell'ultima della classe. A questo punto della stagione, ogni squadra lotta per un obbiettivo veramente importante: nel suo caso, Pordenone non ha molte possibilità se non quella di cominciare a vincere, non può più procrastinare una situazione come questa. Non ha mollato, ed a testimonianza di questo schiererà Pigato, in uscita da Padova, proprio contro di noi".

 

Che partita ti aspetti? "Sarà una partita estremamente difficile contro una squadra che venderà cara la pelle. Pordenone è reduce da sei sconfitte consecutive, ma domenica scorsa contro la Fortitudo hanno condotto per 39', toccando anche il +22, prima di alzare bandiera bianca al supplementare. Pordenone mi sembra una squadra fortemente penalizzata dagli infortuni, che hanno colpito Zatta, Cossa, Fanchini e Gonzo, ma resta un buon gruppo che non si può permettere di fare molti calcoli perché se il campionato finisse oggi sarebbero retrocessi".

Cosa chiedi ai tuoi ragazzi?
"Servirà una prestazione di grandissima attenzione e intensità. Pordenone dal punto di vista dell'aggressività è forse la peggior squadra del campionato, però in attacco ha talento e può contare su uno dei migliori realizzatori del girone, Fantinato (quarto a 16.6 di media); l'aggiunta di Pigato li rende ancor più pericolosi. Andando avanti nel campionato, diventa sempre più difficile vincere perché non è facile essere sempre al 100%; noi stiamo lavorando duro in palestra perché vogliamo migliorarci e vogliamo a tutti i costi proseguire nella nostra striscia vincente".

Come arriva la squadra alla partita con Pordenone, dopo una settimana un po' complicata?
"La situazione tutto sommato è buona: speravamo di poter lavorare una settimana serenamente al completo ma purtroppo siamo stati falcidiati dall'influenza che ha costretto a letto Pappalardo, Cicognani e Carrichiello che, considerando questa, sono tre settimane che praticamente non si allena."

 

La gara di Pordenone sarà seguita da Radio International (100.200 fm, www.radiointernational.it per lo streaming su internet), con collegamenti in diretta durante la partita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -