Ravenna, Bazzoni (PdL): "Occasione persa bocciare odg su Regione Romagna"

Ravenna, Bazzoni (PdL): "Occasione persa bocciare odg su Regione Romagna"

RAVENNA - "Con la bocciatura dell'ordine del giorno sulla Regione Romagna presentato dal Popolo della Libertà e dagli altri gruppi di opposizione in Consiglio comunale la sinistra dimostra ancora una volta la sua natura conservatrice". Lo dichiara il consigliere comunale e coordinatore provinciale del Pdl Gianguido Bazzoni. "La Regione Romagna - spiega Bazzoni - sarebbe un'occasione senza precedenti per rendere il nostro territorio più competitivo".

 

"liberandolo dalla dipendenza dalle province ricche dell'Emilia che fino ad ora lo ha penalizzato. Quella stessa sinistra che anni fa volle a tutti costi creare la Regione Molise (che vale un terzo della Romagna) oggi si oppone ostinatamente in nome di presunti svantaggi e costi che si andrebbero a determinare con la creazione della Regione Romagna. Al contrario la sua istituzione potrebbe essere anche il modo per dare avvio a quella riorganizzazione degli enti locali di cui tanto si parla nel dibattito politico nazionale".

 

Per Bazzoni "la nuova Regione Romagna potrebbe abolire le province, instaurando un rapporto diretto con i Comuni e le Unioni dei Comuni, il nuovo soggetto che si sta imponendo alla luce della necessità di unificare e potenziare i servizi alla cittadinanza. Da ciò si deduce che l'istituzione della Regione Romagna potrebbe determinare una riduzione dei costi complessivi della politica e dell'amministrazione della cosa pubblica. Senza contare il grande slancio economico e di programmazione territoriale che potrebbe essere improntato sulle peculiarità romagnole, dal porto di Ravenna, alla costa, all'agro industria che invece l'attuale Regione Emilia Romagna non prende sufficientemente in considerazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -