Ravenna, Befana al Pd per i bambini di Chernobyl

Ravenna, Befana al Pd per i bambini di Chernobyl

RAVENNA - Giovedì 5 Gennaio dalle ore 20,00 nella Sala " Piazza Rinascita" di Via Maggiore 71, in collaborazione con l'associazione "Ravenna Belarus", il Circolo PD "P.P. D'Attorre" presenta la serata per grandi e piccini all'insegna della solidarietà verso i bambini dell'Internat della città di Pinsk in Bielorussia, una delle zone colpite dalla catastrofe nucleare di Chernobyl. Alle ore 22,00 è previsto l'arrivo della befana che avrà una calza piena di sorprese per tutti i bimbi presenti.

 

All'interno si potranno acquistare al "mercatino delle occasioni speciali" tante piccole cose confezionate dalle sapienti mani dei volontari del Circolo. Il ricavato sarà devoluto a favore dell'associazione Ravenna Belarus. "Un appuntamento che negli anni si è ritagliato uno spazio importante - dichiara il Segretario del Circolo Gianandrea Baroncini - che ci permette di passare una serata di festa senza dimenticare chi ha bisogno del nostro aiuto. Un modo per sensibilizzare cittadini e famiglie e per dare concretezza ai nostri valori."

 

Poi puntualizza, in merito alle polemiche che ci sono state nei giorni scorsi sull'utilizzo della sala che "La sala "Piazza Rinascita" (ex Strocchi) è da sempre un luogo simbolo di civismo, impegno sociale e politico nel cuore della città e questo forse disturba più l'opposizione che i cittadini verso i quali abbiamo sempre avuto il massimo rispetto. Da sempre qui lavoriamo per affiancare ad una politica delle parole una politica dei fatti, che sappia dare corpo ai nostri propositi: volontariato, solidarietà, autofinanziamento, sensibilizzazione sui problemi e proposta politica. Da sempre la comunità del PD utilizza la sala con la massima serietà e nel rispetto di tutti, così come la massima serietà è richiesta a tutti i soggetti coinvolti a partire dalla proprietà per arrivare ai collaboratori, siano essi associazioni o privati cittadini.

Negli anni non abbiamo mai avuto paura di rinnovarci, di sperimentare cose nuove, di aprirci e confrontarci con una società che cambia. Ma di sicuro è rimasto fermo, nell'organizzazione di tutta l'attività diurna e notturna, il rispetto di tutta la normativa di agibilità, somministrazione ed impatto acustico così come dimostrano i permessi in possesso della proprietà e tutti i numerosi rilievi cui gli organi preposti ci hanno sottoposto.Questo è avvenuto anche per quanto riguarda le autorizzazioni di pubblico spettacolo che sono state rilasciate dopo diversi mesi di controlli e procedure che hanno seguito le normali modalità. In occasione dell'inizio delle attività autunnali, nei mesi scorsi, sono state seguite le prescrizioni richieste, comprese la preventiva effettuazione delle verifiche audiometriche. E' stato anche già effettuato, da parte degli organi di vigilanza competenti, un controllo presso i locali in occasione di una delle prime serate che non ha riscontrato irregolarità.Come in tante situazioni analoghe, in cui sale polivalenti sono inserite in un contesto residenziale, possono sorgere normali problemi di vicinato, per altro sempre gestiti con grande senso civico e di responsabilità, che non accettiamo vengano distorti: non corrisponde al vero la descrizione di episodi di vandalismo citati nei comunicati dei giorni scorsi, che non risultano mai avvenuti e che mirano solo a gettare discredito. C'è un Partito, ci sono giovani e meno giovani impegnati con lo spirito e l'orgoglio di chi sa di essere in campo per costruire un futuro migliore, non per sé ma per il suo Paese."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -