RAVENNA - Bilanci 2007: le proposte della Confesercenti

RAVENNA - Bilanci 2007: le proposte della Confesercenti

RAVENNA - In vista della presentazione e discussione dei bilanci preventivi per il 2007 di Comuni e Provincia, la Presidenza Provinciale della Confesercenti ha inviato una lettera a tutte le amministrazioni della Provincia con le considerazioni e le proposte dell’Associazione. Ne riportiamo alcuni stralci.


“.... Vogliamo rinnovare l’esigenza di tenere conto delle difficoltà delle piccole imprese e del bisogno di fare uno sforzo per salvare il patrimonio che esse rappresentano.


Come testimonia una lettura articolata del registro delle imprese nei primi 9 mesi le attività commerciali effettive sono diminuite ancora, così come è altalenante l’andamento dei fatturati aziendali.


In prossimità della presentazione dei prossimi bilanci preventivi per il 2007 delle diverse realtà istituzionali anche a fronte delle indiscrezioni uscite sulla stampa o in incontri, siamo preoccupati per i possibili riflessi locali di alcune scelte nazionali che hanno fatto rischiare un ulteriore appesantimento sulle finanze delle autonomie locali.


Per quanti problemi siano ancora aperti sulla finanza pubblica e per recuperare risorse aggiuntive, la nostra associazione, tanto più in un momento così delicato, ripropone all’attenzione generale un’esigenza molto sentita dalle nostre categorie: quella di non inasprire, nonostante le difficoltà, la pressione fiscale e tributaria locale, garantendo i servizi principali e salvaguardando al massimo il fronte degli investimenti sui settori strategici per lo sviluppo del nostro territorio a partire dalle infrastrutture (mobilità in testa) e dal sostegno all’economia.


Siamo consapevoli delle difficoltà. Chiediamo di essere virtuosi e di non aumentare le imposte, già cresciute in questi anni. E’ peraltro ancora aperta e forte la estrema onerosità delle tariffe sui rifiuti.


Agli amministratori dei Comuni e di tutta la Provincia è richiesto un grande sforzo di progettualità e di esprimere sempre più una governance locale coraggiosa tenendo conto dei soggetti privati e puntando in primo luogo sulla razionalizzazione, riqualificazione e selezione mirata della spesa e su interventi di riorganizzazione degli apparati pubblici e dei servizi secondo criteri di sempre maggiore efficienza, economia di scala e articolazione e se necessario anche valorizzando e selezionando il patrimonio pubblico.


Sono questi i punti principali posti dalla Confesercenti per i difficili bilanci per il 2007, uniti alle idee e alle proposte presentate in questi due mesi nelle numerose iniziative del Mese del Commercio, proposte su cui Confesercenti auspica prime risposte per la parte di competenza locale nei bilanci per il 2007.


Insieme al sostegno alle Cooperative di Garanzia (di cui è stata apprezzata la conferma presentata nei giorni scorsi) e alle priorità generali che abbiamo avanzato (cabine di regia e valorizzazione dei centri, del forese e delle piazze, parcheggi e accessibilità, viabilità, vigilanza e legalità, pianificazione equilibrata, turismo, verifica sulle tariffe rifiuti, ecc.), la Confesercenti ripropone alla attenzione generale degli amministratori la richiesta di ridurre (coerentemente alla Legge Bersani) i tributi locali alle aziende che garantiscono il servizio alla popolazione nelle località con meno di 3000 abitanti e nelle zone disagiate.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il testo integrale è sul sito internet dell’Associazione www.confesercentiravenna.it


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -