Ravenna, cala l'indebitamento nelle società partecipate del Comune

Ravenna, cala l'indebitamento nelle società partecipate del Comune

Ravenna, cala l'indebitamento nelle società partecipate del Comune

RAVENNA - Espressione sul budget della Holding: favorevoli tutti i gruppi di maggioranza, contrari tutti i gruppi di opposizione. Nella seduta di lunedì il consiglio comunale ha espresso gli indirizzi per l'approvazione dei budget 2011 di Ravenna Holding, Ravenna Farmacie, Area Asset, Romagna Acque, Azimut. Alberto Cassani, assessore al Bilancio, per quanto riguarda Ravenna Holding, ha parlato di risultati positivi.

 

C'è stato un aumento del valore delle partecipazioni e da una diminuzione dell'indebitamento, nel medio - lungo periodo, nonostante l'incerto quadro finanziario dovuto alla crisi. Il 2011 si prospetta come un anno di tenuta e consolidamento, ma non mancheranno trasformazioni importanti: ad esempio, per quanto riguarda Area Asset la fusione per incorporazione in Ravenna Holding, con il conseguente allargamento della compagine sociale al Comune di Cervia; per quanto riguarda Azimut la trasformazione da società in house providing a società mista pubblico privata.

 

Secondo il budget 2011 della Holding il risultato netto previsto è di 5.516.893 euro (5.691.291 nel preconsuntivo 2010). Per quanto riguarda Ravenna Farmacie il risultato netto previsto è di 580.300 euro (571.900 nel preconsuntivo 2010); per quanto riguarda Area Asset 1.720.907 euro (1.599.478 nel preconsuntivo 2010); per Azimut 265.083 (414.135 nel preconsuntivo 2010). Per Romagna Acque il risultato ante imposte previsto è di 2.618.000 euro (3.516.000 nel preconsuntivo 2010).

 

Al dibattito sono intervenuti Marco Bertozzi (Pdl) che ha detto di ritenere che Ravenna Holding sia troppo grande e che controlli attività che sarebbe opportuno lasciare al mercato. Il consigliere ha inoltre lamentato il fatto che, per quanto riguarda alcune controllate, siano stati da tempo annunciati sviluppi che ancora non si sono verificati: ad esempio la fusione di Ravenna Farmacie con le altre due società pubbliche del bacino territoriale romagnolo.

 

Federico Fronzoni (Lista per Ravenna) per quanto riguarda la redazione formale dei bilanci ha espresso una valutazione tecnica positiva. Ha invece espresso critiche nei confronti di alcune società sotto il profilo gestionale, definendo ad esempio troppo "ridondanti" i cda di Romagna Acque e Azimut. Infine ha contestato l'utilizzo da parte del Comune dei dividendi della Holding per coprire le spese correnti.

 

Elio Gasperoni, presidente di Ravenna Holding, è intervenuto per alcune precisazioni e ha concluso il suo intervento sottolineando come "quando la Holding è nata, questo tipo di esperienza era abbastanza singolare in Italia. Oggi non lo è più. Molte altre città hanno seguito la stessa strada, ritenendola positiva e chiedendoci anche indicazioni. Il consiglio comunale ha avuto un'intuizione lungimirante".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -