Ravenna: calano i casi di nuova influenza A/H1N1

Ravenna: calano i casi di nuova influenza A/H1N1

Ravenna: calano i casi di nuova influenza A/H1N1

RAVENNA - Forte calo della diffusione del contagio da virus A/H1N1 nel Ravennate. Lo confermano i dati diffusi dall'Ausl di Ravenna, che hanno verificato anche una significativa riduzione degli accessi ai servizi essenziali potenziati dall'Azienda nelle scorse settimane (ambulatori pediatrici pandemici nei fine settimana e attivazione diurna della Guardia Medica). Tuttavia l'Ausl non esclude una seconda ondata del virus con l'irrigidirsi delle temperature.

 

Per queste è stato rinnovato l'invito alla vaccinazione alle categorie indicate dal Ministero della Salute, ricordando che la campagna vaccinale sta proseguendo e che da mercoledì la vaccinazione è stata estesa  anche ai  bambini e adulti fino ai 27 anni di età, non appartenenti alle categorie sopra citate.

 

Entrando nello specifico, si è verificata una netta diminuzione dell'incidenza con un numero di nuovi casi stimati passati 3.688 della settimana precedente a 1.751 nell'ultima settimana (-46%).  La differenza è particolarmente marcata nella classe di età 5-14 anni (-69%), di minore entità, ma ugualmente rilevante nelle classi 15-64 anni (-47%) e over 64 (-22%); situazione invariata per i bambini sotto i 5 anni (dati provvisori riferiti a 8 MMG su 9 della rete InfluNet).

 

Continua la flessione degli accessi al Pronto Soccorso che, per l'intera Azienda Usl, passano nell'ultima settimana da 212 a 138 (-35%). Il calo interessa tutte le strutture ospedaliere, con un range da -14% di Faenza a -50% del punto di primo intervento a Cervia. In particolare, per quanto riguarda l'ambulatorio presente all'interno della struttura sanitaria di Cervia, si sono registrati due unici accessi nello scorso fine settimana. Per queste ragioni, secondo quanto concordato dal gruppo regionale pandemia, saranno  momentaneamente sospese sia l'attività del servizio di Guardia Medica diurna che l'apertura dell'ambulatorio pediatrico nel fine settimana, nella struttura sanitaria di Cervia.

 

Analizzando per età, è notevole il decremento per la classe 14-17 anni (-75%); di proporzioni minori, ma pur sempre di apprezzabile entità, la riduzione per le classi 0-13 e 18-64 anni, rispettivamente pari a -37% e -33%.  La riduzione delle assenze scolastiche, per il complesso delle scuo-le campione, si mantiene sui livelli della settimana precedente, pari a -5%. In segno negativo l'andamen-to delle Scuole Elementari (-22%), Medie (-6%) e Nidi (-11%); le Materne e le Superiori segnano rispet-tivamente un +6% e un +8%.

 

Con l'ultima settimana le vaccinazioni eseguite sono incrementate del 13% rispetto alla settimana pre-cedente, modificando il tasso di co-pertura delle persone a rischio dal 18% al 20%.  Più che raddoppiato il volume di vaccini somministrati a favore degli operatori dei Servizi essenziali, con una numerosità che ancora risente dell'inizio recente della campagna a loro specificamente diretta; analogo comportamento per la categoria Al-tro, mentre si osservano modesti incrementi per le altre categorie a rischio (range dall'1% del Personale sanitario al 12% degli Adulti porta-tori di patologie croniche).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -