Ravenna: calo delle vendite, per Confesercenti "mesi difficili per il commercio"

Ravenna: calo delle vendite, per Confesercenti "mesi difficili per il commercio"

RAVENNA - "Il calo di vendite del 5,1% registrato dai piccoli negozi come media nazionale, e di cui ha dato conto nei giorni scorsi l'Union Camere, è uno dei più pesanti degli ultimi tempi e va ben oltre l'allarme; ormai siamo a difficoltà rilevanti anche in Provincia. La Confesercenti chiede al nuovo Governo insieme a misure per rianimare i consumi, di considerare la possibilità di varare un bonus fiscale pari ad una detrazione sul valore aggiunto del 3% sui costi non documentabili".

 

E' quanto dichiara il Presidente Provinciale Confesercenti di Ravenna, Roberto Manzoni.

 

"Bisogna evitare in ogni modo che chiudano, a livello nazionale, altre migliaia di esercizi di vicinato con la perdita di posti di lavoro, individuando di conseguenza interventi a sostegno di questo fondamentale segmento imprenditoriale. La situazione è pesante e se non si pone rimedio, è bene saperlo, si rischia di accentuare la desertificazione nei paesi e nei piccoli centri in particolare, con un vuoto irrimediabile di servizi utili per la popolazione ed in particolare per la parte più debole di essa".

 

"Al calo drastico di vendite, infatti, vanno aggiunte spese crescenti derivanti dal peso degli affitti e delle tariffe locali e da costi sempre più pesanti come quelli originati dal caro petrolio. Tutto questo determina aggravi insostenibili cui va posto rimedio a tutti i livelli, anche a quelli locali".

 

"In questa fase occorre pensare a questo; altro che agli outlet e alle grandi strutture! Se si perdono i servizi e vengono meno i negozi si impoverisce anche il territorio, il reddito, l'occupazione e la stessa qualità della vita delle persone."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -