Ravenna, caos nelle supplenze: insegnanti ammassati in spazi angusti

Ravenna, caos nelle supplenze: insegnanti ammassati in spazi angusti

Ravenna, caos nelle supplenze: insegnanti ammassati in spazi angusti

RAVENNA - "Centinaia di docenti accalcati e ammassati in spazi angusti, al punto di mettere in discussione il diritto di ascolto a garanzia della trasparenza sulle operazioni". E' quanto sostengono Cgil, Cisl e Uil della Provincia di Ravenna su quanto accaduto venerdì 27 agosto in occasione del conferimento delle supplenze delle scuole di secondo grado in provincia di Ravenna. "L'impressione - dicono i sindacati - è stata che il personale della scuola, anche dal punto di vista umano, valga meno di zero".

 

"In questa incertezza la scuola deve garantire almeno maggiore agibilità organizzativa al fine di favorire un clima più disteso".


La Cgil e la Flc Cgil "sottolineano con preoccupazione la situazione che si sta delineando, non priva di forti tensioni. D'altra parte che ciò potesse avvenire era prevedibile e più volte da noi segnalato. L'arroganza del ministro Gelmini di voler procedere ad ogni costo allo smantellamento del sistema di istruzione statale, dando avvio anche al riordino della secondaria superiore, ha creato un tale caos e un tale ritardo che ha costretto gli uffici periferici e le scuole a concentrare in pochissimi giorni tutte le operazioni utili all'avvio del prossimo anno scolastico. La Cgil e la Flc Cgil assicurano che continueranno nella loro opera di tutela dei lavoratori e di denuncia di quelle situazioni che mettono a rischio i diritti loro e degli studenti. Il Governo riveda le proprie posizioni, ripristini i posti tagliati e garantisca a tutti gli studenti il diritto allo studio come previsto dalla Costituzione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -