Ravenna celebra il Giorno della Memoria

Ravenna celebra il Giorno della Memoria

Ravenna celebra il Giorno della Memoria

RAVENNA - In occasione del Giorno della Memoria si è svolta stamattina alla stazione la cerimonia di deposizione di una corona alla lapide che rende omaggio agli ebrei transitati da Ravenna con destinazione Auschwitz. Oltre al vicesindaco Mingozzi erano presenti, tra gli altri anche le tre figlie di Gino Muratori e Pina Frignani, che contribuirono a salvare dallo sterminio nazifascista alcune famiglie di profughi ebrei arrivate alla stazione di Ravenna provenienti da Ferrara.

 

Presenti alla cerimonia anche il presidente del consiglio comunale Valter Fabbri e all'assessore provinciale Massimo Ricci Maccarini

 

Mingozzi ha ringraziato le sorelle Muratori, "tra i ravennati iscritti a Gerusalemme nella lapide ‘Giusti tra le Nazioni'. I Muratori vengono ricordati nella storia della famiglia Finzi di Ferrara, contenuta nel libro di Cesare Moisè Finzi ‘Qualcuno si è salvato', come la famiglia ravennate che a rischio della vita ha nascosto in casa propria sei bambini e quattro adulti. Per questo nel ‘Giardino dei Giusti', presso il museo Yad Vashem di Gerusalemme, alla famiglia Muratori è dedicato un albero, un gesto che nella tradizione ebraica indica il desiderio di ricordo eterno per una persona cara. Alle tre sorelle è stata inoltre conferita, assieme ad altri trecento italiani che si sono distinti nell'aiuto agli ebrei in fuga, la cittadinanza onoraria dello stato di Israele".

 


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -