Ravenna, celebrato il 65° della Liberazione

Ravenna, celebrato il 65° della Liberazione

Ravenna, celebrato il 65° della Liberazione

Si è svolta domenica pomeriggio, a partire dalle 16 in Piazza del Popolo a Ravenna, la cerimonia ufficiale per il 65° anniversario della Liberazione. Per l'occasione i busti di Arrigo Boldrini e Benigno Zaccagnini, collocati stabilmente in municipio, sono stati esposti in Piazza del Popolo.  Le celebrazioni erano iniziate in mattinata con la deposizione delle corone alla lapide dei partigiani. Sono proseguite alle 16 con i discorsi ufficiali del sindaco Fabrizio Matteucci, del presidente della Provincia Francesco Giangrandi, del presidente provinciale dell'Anpi Ivano Artioli e con quello conclusivo dell'onorevole Luciano Violante. 

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Fra le autorità che hanno presenziato alla cerimonia, il presidente della Regione Vasco Errani e il senatore Vidmer Mercatali. Tra il numeroso pubblico anche un gruppo di cicloturisti in rappresentanza dei partecipanti all'iniziativa  "Sciame  di biciclette per la festa della liberazione", partito stamani da via Galilei per raggiungere i cippi in pineta alla memoria di Vito Salvigni e Umberto Fussi, giovani del distaccamento Garavini caduti nella lotta di Resistenza partigiana. Qui  Decimo Triossi dell'Anpi ha commemorato i caduti.

 

Domenica pomeriggio, oltre alla banda, si è esibito il coro composto da un centinaio di alunni delle classi terze e quarte della scuola elementare Mordani.

In piazza era allestita anche una mostra con le tavole realizzate dalle classi terze B e D della scuola media Ricci Muratori, in collaborazione con Arci e Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea in Ravenna e provincia.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -