Ravenna, cento seggi e mille volontari: si mette in moto la macchina delle primarie

Ravenna, cento seggi e mille volontari: si mette in moto la macchina delle primarie

Ravenna, cento seggi e mille volontari: si mette in moto la macchina delle primarie

RAVENNA - Cento seggi aperti e mille volontari pronti: parte il countdown finale per le primarie di coalizione che domenica prossima permetteranno ai cittadini ravennati di scegliere il candidato presidente della Provincia per il centrosinistra. I nomi sono quattro, di cui ben tre sono donne (sebbene il grande favorito della competizione sia proprio l'unico uomo).

 

Si va dalla candidata del Partito repubblicano, Luisa Babini, ai due candidati del Pd, la giovane 'outsider' Serena Fagnocchi e l'ex sindaco di Faenza Claudio Casadio. Casadio recentemente ha avuto anche l'investitura del sindaco, Fabrizio Matteucci. C'è poi il nome di punta di Sel, Valentina Morigi. I seggi elettorali, un centinaio su tutto il territorio provinciale, per un totale di circa 1.000 volontari coinvolti, resteranno aperti domenica dalle 8 alle 20. Lo spiegano questa mattina Lorenzo Corelli e Giannandrea Baroncini del comitato organizzativo. "E' la prima volta che da noi si svolgono delle primarie per le amministrative senza delle elezioni politiche associate- osservano- quindi non sappiamo ancora che affluenza aspettarci".

 

Intanto, il depliant informativo in questi giorni e' stato inviato a tutti i cittadini. Possono votare tutti i residenti della provincia di Ravenna che hanno compiuti i 17 anni di eta', italiani e comunitari. Per i cittadini extracomunitari e' necessaria l'iscrizione a uno dei partiti di coalizione (Pd, Pri, Psi e Sel). Inoltre, per votare bisogna dichiarare di essere elettori di centrosinistra in un apposito registro, ed e'

necessario versare due euro. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -