Ravenna, centralina Arpa in via Lanzoni. Bazzocchi: "Perché non in via Cilla?"

Ravenna, centralina Arpa in via Lanzoni. Bazzocchi: "Perché non in via Cilla?"

RAVENNA - In Via Mons. Lanzoni (traversa di Via Cilla) Arpa, in collaborazione con il Comune, ha installato un centralina mobile di rilevamento della qualità dell'aria che dal 7 gennaio di quest'anno sta raccogliendo dati che verranno poi resi noti sul sito di Arpa Ravenna al termine del periodo di raccolta.

 

"In particolare - dice Giulio Bazzocchi, coordinatore del circolo "Thomas More" di Ravenna - la centralina posizionata in Via Mons. Lanzoni è in un tratto di strada che porta al parcheggio di Piazzale dell'ex lazzaretto, dietro la scuola primaria Ricci, tratto di strada frequentato ma dal passaggio non certo consistente. È vero che è in costruzione, di fronte a Via Mons. Lanzoni un parco pubblico ma è lungi dall'essere terminato. Ci chiediamo come mai non sia stata posizionata più avanti in Via Cilla, all'incrocio fra Via Cilla stessa, Via Rotta e Via Severini. In quel punto il traffico è di alta intensità e si immagina che il rilevamento della qualità dell'aria sia più utile. In particolare, nella zona limitrofa all'incrocio sono sorte e stanno sorgendo imponenti costruzioni che ospitano appartamenti, con alcune al pian terreno locali adibiti ad attività commerciali".

 

"Estetica a parte (che lascia alquanto a desiderare) - continua Bazzocchi - sull'incrocio fra le tre strade sorge la Scuola dell'Infanzia comunale "Il Gabbiano" e su Via Severini, con entrata su Via Lovatelli il Nido d'Infanzia comunale "Lovatelli". Ci chiediamo innanzitutto che aria respirano i bambini in quella zona e se non sia il caso di spostare la centralina sull'incrocio, data anche la disponibilità di un ampio spiazzo ghiaioso. La centralina potrebbe essere permanente e offrire indicazioni anche su come è stata gestita ed è gestita l'urbanizzazione e la costruzione di edifici così imponenti in quella zona, che portano un volume di traffico elevatissimo. Ledilizia deve essere sempre e comunque a misura d'uomo, nel rispetto dell'ambiente ma ancor prima dei polmoni dei cittadini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -