Ravenna, Cna: "Municipale, risultati positivi incontestabili"

Ravenna, Cna: "Municipale, risultati positivi incontestabili"

RAVENNA - "Dall'estate del 2008 la Direzione comunale della CNA ha incontrato per due volte il Comandante della Polizia Municipale, Stefano Rossi" - afferma il presidente della CNA comunale di Ravenna, Andrea Dalmonte.

 

"La prima volta - continua Dalmonte - dopo poche settimane dal suo insediamento, ci illustrò le sue idee per rimettere in carreggiata il Corpo dei Vigili Urbani che, negli ultimi anni, viveva difficoltà che inevitabilmente si ripercuotevano sui cittadini e le imprese. Oggi è indubbio che il lavoro della Polizia Municipale ha cambiato veramente il passo producendo risultati positivi incontestabili. Una delle differenze con il passato sta proprio nell'ascolto e nel dialogo costante che il Comandante, insieme ai suoi collaboratori, mantiene con le Associazioni di categoria del territorio. Questo ha permesso di risolvere e affrontare tante problematiche anche con i nostri suggerimenti. Il lavoro e i risultati ottenuti, per esempio, nel settore dell'autotrasporto ne sono un esempio concreto".

 

"La presenza dell'impresa diffusa - piccole attività dell'artigianato, del commercio e dei servizi - nelle città e nei paesi da sempre garantisce una migliore qualità e una maggiore vivibilità  dei contesti urbani e, indirettamente, può servire anche ad affrontare in maniera più organica le questioni collegate alla sicurezza del territorio, così come ribadito in un nostro recente documento contrario alle nuove ZTL previste in alcune zone del centro storico".

 

"Nel mondo economico - prosegue ancora Dalmonte - il concetto di legalità non può essere separato dal concetto stesso di sicurezza. Legalità nel mondo del lavoro e dell'impresa significa una corretta e sana concorrenza economica tra imprese. Ci sono settori significativi per il nostro territorio dove il binomio legalità e sicurezza è inscindibile. Il rischio, soprattutto oggi con il perdurare della crisi, è che imprese che operano nella correttezza siano spinte fuori o ai margini del mercato con le conseguenze facilmente  immaginabili. In questo senso, abbiamo collaborato insieme a tutte le Associazioni anche alla stesura dell'ultimo Protocollo contro l'abusivismo commerciale sull'arenile, sul quale ci preme anche esprimere pubblicamente un plauso al lavoro del Prefetto di Ravenna e ai Comuni di Ravenna e Cervia".

 

"La CNA - conclude Dalmonte - da tempo auspica che a livello nazionale sia affermato il pieno riconoscimento della centralità dei Enti locali nel governo del bene pubblico della sicurezza. Se l'ordine pubblico è competenza, e non solo storicamente, degli Stati nazionali, la sicurezza deve diventare sempre più questione locale. E', infatti, nella dimensione urbana che si scaricano le conseguenze sociali che determinano insicurezza. Crediamo che il federalismo dovrebbe passare anche da questo".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -