Ravenna: codice della strada e lotta alla prostituzione, controlli della Municipale

Ravenna: codice della strada e lotta alla prostituzione, controlli della Municipale

Ravenna: codice della strada e lotta alla prostituzione, controlli della Municipale

RAVENNA - Giovedì sera, dalle 19 all'una, tre pattuglie della Polizia Municipale - Nucleo Vigilanza di Quartiere - Aliquota Forese,  coordinate da due Ufficiali di Polizia Giudiziaria, hanno svolto un servizio di controllo finalizzato a garantire il rispetto del Codice della Strada a Fosso Ghiaia, San Zaccaria (via Dismano) e Castiglione di Ravenna (via Turci), utilizzando telelaser, pre test ed etilometro. Sono stati controllati 20 veicoli e identificate 28 persone.

 

A San Zaccaria le pattuglie hanno contestato 7 infrazioni: 5 per superamento dei limiti di velocità, con conseguente decurtazione di 5 punti dalla patente, uno per mancato funzionamento dei proiettori e uno per trasporto di minore non trattenuto da apposito sistema di ritenuta. Per una delle sanzioni, elevate ai sensi dell'art. 141 ("superamento dei limiti di velocità"), è scattato, inoltre, l'aumento di un terzo, previsto per le violazioni accertate dopo le ore 22.  

 

A Fosso Ghiaia - SS 16, è stata prestata particolare attenzione al fenomeno della prostituzione su strada. Sono state elevate n. quattro contravvenzioni, ai sensi della relativa Ordinanza del Sindaco di Ravenna, nei confronti di altrettante giovani prostitute, tutte di origine rumena.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di L'uomo qualunque
    L'uomo qualunque

    L'inossidabile sindaco, già da tempo proteso verso il nuovo mandato esercita, con inflessibile ed indefesso rigore, un controllo del territorio degno di miglior causa!! Magari se i controlli fossero effettuati da mezzanotte alle sei di mattina porterebbero ad un maggior numero di patenti ritirate e di ubriaconi, o velocisti, appiedati. Dall'una di notte non si vede una pattuglia in giro fino al mattino, quando intorno alle 07.30 riprendono gli appostamenti per colpire qualche pericoloso lavoratore dipendente che, magari in ritardo, si reca al lavoro superando di 10-11 km/h il limite di velocità. Ma si sa, gli straordinari notturni della municipale costano troppo, per cui accontentiamoci di quello che si riesce a fare, senza contare che il valore aggiunto di questi controlli viene dalla lotta senza quartiere alle prostitute (ed ai trans). Ma se si volesse eliminare davvero l'esecrabile fenomeno della prostituzione, posto che chi fa questo mestiere deve pur vivere da qualche parte, perchè non iniziare a controllare seriamente, casa per casa, le ridenti località della riviera in cui vivono la gran parte delle prostitute e dei trans?? Forse perchè poi, in tal caso, nei mesi invernali le case di Lido di Classe e Lido di Savio e dintorni non si affitterebbero a nessuno con i relativi danni economici del caso? E poi ci lamentiamo della propaganda di chi è al governo, ma direi che anche a livello locale non si scherza. Speriamo che dopo le comunali a Ravenna questo tipo di azioni inutili abbia termine e si passi a qualcosa di più serio, ovvero la si smetta di prendere in giro la gente.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -