Ravenna: comparto zootecnico, le dichiarazioni di Libero Asioli

Ravenna: comparto zootecnico, le dichiarazioni di Libero Asioli

RAVENNA - "Il comparto zootecnico non rileva un andamento soddisfaciente per quanto riguarda la produzione di carne - commenta l'assessore provinciale all'agricoltura Libero Asioli - . Nella nostra provincia però vogliamo mantenere alto l'interesse per la produzione della razza bovina Romagnola che nell'anno appena concluso ha avuto la sua massima manifestazione con la riedizione dopo quasi 40 anni della mostra nazionale di S.Pietro in Vincoli, riscuotendo un forte successo. Va poi segnalato che recentemente la razza bovina Romagnola è stata reinserita tra quelle che possono beneficiare degli aiuti previsti  dalla misura 214 del PSR".

 

Il comparto suino sta vivendo ancora uno stato di favorevole entusiasmo per l'interesse verso la razza Mora Romagnola, che trova estimatori in diverse altre province italiane, e per il successo che i suoi derivati trovano verso un numero sempre maggiore di consumatori qualificati.

 

"La strada - continua Asioli - per affermare con certezza che dal 2010 la razza sarà salva e affermata è ancora lunga, vuoi per la difficoltà di selezionare i riproduttori, vuoi per i problemi non risolti di ipofertilità che caratterizza la razza. Indirizzo una nota di merito al  Copaf (consorzio produttori per la valorizzazione dei prodotti dell'Appennino faentino) che con gli ampliamenti e le migliorie ancora in corso al macello di Brisighella e gli altri importanti progetti di sviluppo, sta promuovendo efficacemente molte delle nostre produzioni locali, suine e non".

 

"Il comparto ovicaprino, invece, nonostante il marchio di qualità riconosciuto , risente della concorrenza del prodotto estero, più costante per approvvigionamento e per caratteristiche organolettiche.I produttori di latte - conclude Asioli -  nonostante l'energia profusa da molti di essi per sviluppare impianti e caseifici moderni e produzioni proprie di qualità, risentono della crisi generale e del calo dei prezzi alla produzione.Per chi ha investito sulla vendita diretta del latte, un prodotto di elevata qualità ad un prezzo decisamente conveniente, abbiamo come Provincia, unitamente all'AUSL e all'APA (associazione provinciale allevatori) cercato di dare visibilità attraverso la realizzazione e la divulgazione di un pieghevole rivolto ai consumatori che illustra la sicurezza del prodotto, visto che sul nostro territorio sono presenti alcune significative ed affermate realtà produttive".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -