Ravenna, compleanno amaro per il presidente Gianni Fabbri

Ravenna, compleanno amaro per il presidente Gianni Fabbri

Ravenna, compleanno amaro per il presidente Gianni Fabbri

RAVENNA - Sorrento amara per il presidente del Ravenna Calcio, Gianni Fabbri. Oltre a masticare amaro per la sconfitta dai suoi, il numero uno giallorosso, nel giorno del suo sessantesimo compleanno, è incappato in una discussione con un venditore di souvenir dopo aver deciso di non acquistare un articolo. Secondo quanto descritto da Fabbri, il venditore ha reagito in malo modo, aggredendolo e facendolo cadere a terra. A quel punto è intervenuta la moglie del presidente, Dea Fabbri.

 

La donna, colpita anch'essa ad un braccio, ha reagito, sferrando una sportina contenente una scatola con un profumo contro l'esercente. Dalla testa sono uscite alcune gocce di sangue. A quel punto è intervenuta la Polizia che ha sedato la discussione.

 

Il negoziante, ricorso alle cure del pronto soccorso, è stato giudicato guaribile in sette giorni. La questione non è ancora chiusa. L'avvocato del venditore di souvenir ha presentato una denuncia in Commissariato e alla Procura di Torre Annunziata. Il presidente Fabbri si è affidato all'avvocato Ermanno Cicognani e martedì si recherà in Commissariato a Ravenna per sporgere denuncia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -