Ravenna: condannato ad un anno per simulazione di reato

Ravenna: condannato ad un anno per simulazione di reato

RAVENNA - Pensava che bastasse sporgere una denuncia dichiarandosi vittima di una truffa, il conducente di un veicolo coinvolto in incidente, per giustificare una la presenza di polizza assicurativa dell'auto poi risultata falsa agli agenti della polizia municipale intervenuti per i rilievi. Il fatto risale al febbraio 2006, quando il conducente di un'autovettura rimasta coinvolta in un incidente stradale, A.M. nigeriano di anni 30, riferì agli agenti di essere stato truffato da un sedicente assicuratore, il quale a seguito di un regolare pagamento, gli avrebbe rilasciato una polizza assicurativa falsa.

 

Ma le indagini, svolte dal personale della aliquota polizia giudiziaria della Municipale, durate quasi due anni, sono riuscite a provare che l'elaborato racconto era solo frutto del piano messo in piedi dal nigeriano per non rispondere delle conseguenti responsabilità di carattere penale e civile. Infatti, dalla verifica analitica dei tabulati telefonici e numeri relativi alle chiamate in entrata ed uscita, è emerso che il traffico telefonico riguardava solo persone con cui l'uomo aveva assidui rapporti e mai con l'occasionale assicuratore.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla base di altri accertamenti, è stato così rinviato a giudizio dalla Procura della Repubblica di Ravenna passando da parte offesa a imputato. Nell'udienza svoltasi in data odierna è arrivata la condanna ad un anno di reclusione per simulazione di reato con il beneficio dell'indulto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -