Ravenna: Confcooperative a fianco degli agricoltori

Ravenna: Confcooperative a fianco degli agricoltori

RAVENNA - Nei giorni scorsi è stato rinnovato il protocollo siglato lo scorso anno, che permetterà alle imprese agricole che hanno conferito prodotti alle cooperative aderenti a Confcooperative Ravenna di ottenere l'anticipo del valore dei prodotti conferiti nel corso della stagione che si è appena conclusa. Protagonisti di questa decisiva manovra le due Banche di Credito Cooperativo del territorio ravenna (Credito Cooperativo ravennate e imolese e Bcc della Romagna Occidentale) e le cooperative agricole associate a Confcooperative che, in attesa di erogare gli acconti con le tempistiche ordinarie e i saldi a chiusura di bilancio, hanno ritenuto necessario continuare a sostenere l'impresa agricola alle prese con gli acquisti per la campagna 2011.

 

«Il sistema cooperativo - commenta il presidente di Confcooperative Ravenna, Raffaele Gordini - di fronte ad una perdurante crisi economica che non sta risparmiando il settore agricolo, rinnova gli strumenti per far fronte alle carenze di liquidità delle imprese agricole che conferiscono i propri prodotti alle cooperative di cui sono socie. Abbiamo inteso stimolare il rinnovo di questa importante iniziativa, messa in campo lo scorso anno, per dare la possibilità alle imprese agricole che ne faranno richiesta di usufruire in anticipo degli importi che poi verranno liquidati dalle cooperative per i prodotti agricoli conferiti (ortofrutta, uva, cereali ecc), ad un costo del denaro assolutamente competitivo e senza oneri aggiuntivi».

 

La procedura operativa, formulata lo scorso anno, è rimasta la stessa: l'imprenditore che richiede l'anticipo sulle sue liquidazioni (o parte di esse) deve presentare presso gli sportelli di una delle due Banche di Credito Cooperativo una semplice richiesta indicando i conferimenti effettuati a una o più delle cooperative aderenti. In seguito alla certificazione della cooperativa del volume dei conferimenti dichiarati e del conseguente valore presunto, la banca renderà disponibile sul conto dell'impresa agricola l'importo concesso al tasso del 2% senza altre spese. L'operazione si concluderà non appena le cooperative erogheranno sul conto dell'imprenditore agricolo i futuri acconti e saldi. «In questo modo - spiega Davide Vernocchi, presidente Fedagri Ravenna - il sistema cooperativo risponde doppiamente ai propri soci, da un lato, consentendo loro di massimizzare il valore del prodotto sui mercati nazionali ed esteri lungo tutto il corso dell'anno, servendosi di tutti i canali commerciali presenti sul mercato e, dall'altro lato, potendo usufruire da subito della liquidità sufficiente per impostare al meglio una nuova campagna, alleviando così le tensioni finanziarie del periodo».

 

Le cooperative che aderiscono al protocollo sono: Agrintesa, Cab Terra di Brisighella, Cantina Sociale di Faenza, Cantina Sociale Ville Unite, Consorzio Agrario di Ravenna, Cereali Padenna, Cesac, Comacer, Pov e Propar. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -