Ravenna, conferenza economica provinciale, Matteucci: "Azioni concrete"

Ravenna, conferenza economica provinciale, Matteucci: "Azioni concrete"

Ravenna, conferenza economica provinciale, Matteucci: "Azioni concrete"

RAVENNA - Si apre con il saluto del Sindaco Fabrizio Matteucci la conferenza economica provinciale, lunedì 13 dicembre, alla sala Cavalcoli di Ravenna. "La nostra è un'economia forte, ma la crisi si fa sentire, eccome. Altri, a Roma, hanno cercato per troppo tempo di negare la durezza di questa crisi. Dipenderà da tutti noi fare in modo che la conferenza economica provinciale produca un doppio movimento fatto di azioni concrete".

 

"Costruire le sponde per superare gli effetti della crisi mondiale - dichiara Matteucci - Costruire ponti per essere pronti ad accogliere i fattori di ripresa e tornare a fare crescere l'economia ravennate. Fare crescere la buona occupazione, con un'attenzione costante alla sicurezza sul lavoro. Fare crescere il reddito diffuso e la competitività delle imprese".

 

"Quali sono i fattori chiave per costruire quelle sponde e quei ponti? Ne indico cinque. Consolidare un disegno complessivo che tenga insieme la multisettorialità della nostra econonomia. Non possiamo rinunciare a nulla di ciò che abbiamo e dobbiamo promuovere alcune eccellenze. La sostenibilità è un valore irrinunciabile se vogliamo, ad esempio, continuare ad essere un importante polo chimico e fare crescere il turismo. Investire nell'economia della conoscenza, nell'innovazione tecnologica e nell'internazionalizzazione. Colmare il deficit infrastrutturale del nostro territorio e tenere il passo delle nuove comunicazioni immateriali. Assicurare continuità e innovazione delle politiche di sostegno alle famiglie e alle persone. Imprimere più velocità alle decisioni delle amministrazioni pubbliche. I ponti per il futuro ci devono condurre ad un doppio traguardo: forte competitività delle imprese, occupazione e lavoro che caratterizzino la crescita come vantaggio per molti e non per pochi. Se questo è l'orizzonte condiviso, il cammino da fare insieme prevede che ognuno faccia la sua parte".

 

"Il Comune di Ravenna, nel rapporto con gli altri territori, non vuole fare l' "idrovora", ma assolvere la funzione di baricentro che fa sistema e irradia opportunità. Il porto, l'università, la nostra industria, i nostri servizi, il nostro settore agricolo, il turismo, la capitale europea della cultura, la nuova Darsena, la cittadella della nautica: sono opportunità a disposizione di tutto il territorio provinciale conclude il Sindaco - Avremo fatto tutti il nostro dovere se, delineati gli obiettivi, i prossimi mesi e i prossimi anni saranno fatti di tante azioni concrete e comuni per costruire le sponde per fare fronte alla crisi e tanti ponti per uscirne e tornare a crescere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -