RAVENNA - Confesercenti: ''Pesanti effetti sul commercio dal blocco del traffico''

RAVENNA - Confesercenti: ''Pesanti effetti sul commercio dal blocco del traffico''

RAVENNA - I provvedimenti che limitano il traffico in una parte della città al giovedì sono partiti la prima settimana di gennaio e dunque ad oggi si possono fare un piccolo bilancio ed alcune considerazioni al riguardo.


La prima considerazione è che i cittadini hanno ormai metabolizzato tale intervento di blocco e hanno programmato per il giovedì, nel caso di auto non in regola con il provvedimento, scelte di spostamento alternative o in alcuni casi scelte radicali di non spostamento. Ciò ha avuto effetti sul numero di auto in circolazione che risultano diminuite, come emerge dalla percezione comune.


Le domanda che poniamo agli Amministratori di questa città e di questa regione sono:

1) è stato valutato il danno economico per le attività commerciali imputabile a questo provvedimento?

2) il blocco del traffico si è dimostrato efficace a ridurre il PM10?

3) è aumentato il numero degli utilizzatori del mezzo pubblico, e per Ravenna del Metrobus rosso e giallo che su nostra sollecitazione avevamo chiesto gratuito?


Sul primo punto, come diciamo da sempre, è iniquo e sleale da un punto di vista della capacità competitiva vietare la circolazione solo in una porzione di città; abbiamo fatto un sondaggio tra i nostri associati del centro storico e, registro corrispettivi alla mano, rispetto all’anno scorso si sono registrati diminuzione d’incassi vistosi che vanno mediamente dal 20% al 50% con punte ancora più elevate giovedì 15 febbraio u.s. Del resto è da tutti verificabile che ci siano meno persone al giovedì in giro in centro storico.


Il dato di calo è più significativo in centro storico ma la diminuzione nelle vendite interessa anche altre zone della città e della periferia.


Si tratta di problematiche su cui chiediamo per l’ennesima volta che ci siano scelte più ragionate che tengano conto dell’incidenza sull’economia della città. Stiamo parlando di imprese a cui viene tolto per colpe non loro ed indipendenti dalla capacità imprenditoriale una fetta di fatturato, in alcuni casi importante.


A questa penalizzazione si aggiunge quella di domenica 25 febbraio, che anche in questo caso riguarda la stessa area di limitazione del giovedì.


Pensiamo sia arrivato il momento di dire basta ad iniziative “simboliche” e con ritorni solo di visibilità politica.


Sul secondo punto esistono buoni motivi per restare scettici sull’utilità del provvedimento. Prendiamo infatti i valori degli ultimi giorni: il giorno 15/02 giovedì di blocco del traffico presenta valori simili e in alcuni casi superiori a quelli dei giorni precedenti; ricordiamo poi che i giorni di sforamento dai limiti di legge dall’inizio dell’anno sono stati tra i 7 e 8 nelle tre centraline.


Il nostro mondo è disposto anche a fare sacrifici ma che non devono penalizzare solo qualcuno e che siano inseriti in un quadro coerente e con obiettivi che tengano conto che non esistono risposte semplici a problemi complessi.


Gianluca Gasperoni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presidente Comunale Confesercenti


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -