Ravenna, Confesercenti 'viaggia' con l'energia verde

Ravenna, Confesercenti 'viaggia' con l'energia verde

Ravenna, Confesercenti 'viaggia' con l'energia verde

RAVENNA - Ad un anno di distanza dall'avvio dei lavori e dopo aver superato la mole di pratiche burocratiche necessarie, collaudi e comunicazioni varie, sono stati inaugurati ufficialmente dal Presidente Provinciale dell'Associazione Roberto Manzoni e dai neo Assessori all'Ambiente della Provincia Mara Roncuzzi e del Comune Guido Guerrieri, ad una delle loro prime uscite pubbliche, ed alla presenza dei dirigenti dell'Associazione, i rinnovati impianti tecnologici ad energia verde della nuova sede Confesercenti.

 

Impianti ad energia verde che testimoniano la sensibilità verso le tematiche della salvaguardia ambientale e del risparmio energetico tramite fonti alternative e dell' impegno dell'Associazione sul fronte della riduzione significativa delle emissioni di gas serra in atmosfera, dei propri consumi e del sostegno concreto alla green economy.

 

La Confesercenti ha investito su questo ben prima dell'esito dell'ultimo referendum e con un intervento strutturale che aiuta l'ambiente. E' anche questa una delle risposte che va data, un esempio per superare gli stessi inutili provvedimenti sul traffico in centro nel periodo invernale.

 

Nell'ambito di un più vasto programma di attuazione delle linee guida dei piani energetici delle Amministrazioni Comunale e Provinciale, la Confesercenti di Ravenna ha stretto una partnership operativa con la società Nuova SIRA di Sabrina Fabbri di Ravenna, per vocazione impegnata nella ricerca e proposizione delle nuove tecnologie per lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabili, con la realizzazione di un nuovo impianto per la produzione di energia elettrica, termica invernale e frigorifera estiva.

 

Si tratta dell' applicazione di una nuova tecnologia che ha come fulcro una pompa di calore che non utilizza energia elettrica né per il riscaldamento, né per il condizionamento, bensì acqua calda a bassa temperatura come fonte di energia primaria, inoltre consente di utilizzare direttamente l'energia termica a bassa entalpia, cioè a bassissima temperatura contenuta nel suolo, e quella ad alta temperatura generata dall'irraggiamento solare. Non a caso una parte del fabbisogno estivo è soddisfatto dalla pompa di calore che è alimentata in "solar cooling" con oltre 140 mq di pannelli solari termici.

 

E' stato il primo progetto pilota del genere nella nostra provincia.

 

Il fabbisogno della sede di piazza Bernini in cui trovano spazio gli uffici della Confesercenti e delle società verrà alimentato dal nuovo sistema di generazione combinata di energia elettrica e termica, dove l'acqua calda, scarto della produzione elettrica, confluisce nell'alimentazione della pompa di calore completando la copertura del fabbisogno energetico della struttura.

 

Il Perito Termotecnico Gabriele Casadei, Direttore dei lavori e Progettista dell'impianto, dell'omonimo Studio di Ravenna, ha quindi realizzato un intervento d'avanguardia con la riduzione delle emissioni di CO2, e della metà dei costi annui di gestione degli impianti di generazione presenti nell'edificio della Sicot.

 

Questo progetto innovativo è stato recentemente premiato come uno dei vincitori del concorso CO2 zero 2010 per l'innovativo utilizzo delle risorse energetiche, concorso nazionale indetto dalla nota azienda tedesca VIESSMANN produttrice di sistemi di generazione ad alta efficienza.

 

Sabrina Fabbri della Nuova Sira nella sua qualità di Consigliere di amministrazione del CIICAI (delegata al comitato tecnico incaricato dallo Stesso CIICAI per la ricerca di nuove tecnologie), in collaborazione con la ditta ENERGY SERVICE di Ravenna, ha quindi realizzato questo intervento anche con il supporto di Claudio Bassi e Antonio Segurini del Gruppo Arcobaleno S.p.A.C.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In considerazione del fatto che per la produzione di energia elettrica, viene dissipata in ambiente una quantità di acqua calda pari a circa il doppio di quanto necessario per riscaldare e condizionare tutto il patrimonio edilizio esistente e gran parte dei cicli termici industriali, è evidente come questo impianto innovativo possa contribuire in maniera importante alla soluzione del problema energetico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -