Ravenna, Confindustria contro il "pugno duro" a Marina: "Località paralizzata"

Ravenna, Confindustria contro il "pugno duro" a Marina: "Località paralizzata"

Ravenna, Confindustria contro il "pugno duro" a Marina: "Località paralizzata"

RAVENNA - Agli industriali non piace il pugno duro del sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, contro lo sballo in riviera. "Il modello dello sballo e dell'alcol senza limiti andava sicuramente rivisto, prima si era di certo troppo permissivi per quanto riguarda Marina di Ravenna. Ma ora si e'  all'eccesso opposto, con un proibizionismo che rischia di paralizzare la localita'". Lo afferma Gianluigi Casalegno, presidente del gruppo Turismo e Comunicazione di Confindustria Ravenna.

 

Confindustria chede un protocollo d'intesa di autoregolamentazione, che gli stabilimenti balneari sottoscrivono con l'amministrazione comunale "per far tornare Marina effervescente e di tendenza,

all'insegna di un divertimento sano". Infatti, secondo Casalegno, "non e' giusto che per colpa di

pochi stabilimenti che negli anni scorsi hanno applicato la politica dello sballo oggi paghino tutti. La maggior parte dei gestori si e' sempre attenuta alle regole, rispettando i limiti, ma oggi si trova comunque in difficolta', per di piu' in un periodo di crisi e all'inizio di una stagione che ha avuto

condizioni meteo non buone. Siamo in un momento di gravi difficolta', dove occorre agire con fermezza sul fronte dell'ordine pubblico ma anche programmando una formula turistica

che punta sui giovani.

 

E l'equazione giovani uguale sballo e' sbagliatissima. "La spiaggia e' divertimento, i giovani portano necessariamente un po' di rumore, allegria, vivacita', ma favoriscono anche lo sviluppo delle imprese turistiche. Non di quelle che vivono sui fiumi di birra, ma di quelle che propongono

musica, analcolici, libri e film. Non possiamo permetterci di allontanare i ragazzi, pensando di recuperare solo le famiglie. Cosi' perdiamo gli uni e gli altri. Ci vogliono di certo sanzioni severe per chi trasgredisce, ma facciamo tornare il divertimento a Marina: siamo ancora in tempo". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -