Ravenna: consegnata la New Twingo al vincitore del concorso 'Casa e Bottega'

Ravenna: consegnata la New Twingo al vincitore del concorso 'Casa e Bottega'

Nella foto il vincitore Christian Agostini con il Presidente Provinciale della Confesercenti Roberto Manzoni e Agostino Sangiorgi titolare della Concessionaria Autopiù.

RAVENNA - Mercoledì mattina presso la concessionaria Autopiù Renault-Dacia di Ravenna è stata consegnata la New Twingo al vincitore del concorso abbinato alla campagna di promozione del commercio nei paesi "Casa e Bottega" promossa dalla Confesercenti in Provincia di Ravenna nello scorso ottobre e novembre.  E' Christian Agostini residente a S. Zaccaria, il fortunato estratto tra gli oltre 300.000 coupon imbucati dai clienti nelle urne dei negozi aderenti, che ha ritirato l'auto alla presenza del Presidente Provinciale della Confesercenti Roberto Manzoni e del Sig. Agostino Sangiorgi titolare della concessionaria.

Il coupon estratto era stato compilato a seguito di un acquisto effettuato nel negozio Margherita San Zaccaria che proprio domenica scorsa ha tenuto la Festa di natale in occasione del primo anniversario di apertura del negozio. E sono già oltre 250 i clienti vincitori degli altri premi in concorso (televisore, biciclette, articoli per la casa, ecc.) che hanno già ritirato i premi, a termine di regolamento, presso le sedi della Confesercenti o negli stessi negozi partecipanti.

Questa iniziativa della Confesercenti vuole valorizzare le caratteristiche peculiari della presenza e dell'offerta commerciale nei paesi e nei piccoli centri, nonchè per garantire servizi alle famiglie e agli abitanti.  I negozi e le attività nei piccoli centri e nel forese sono vicini a casa, comodi, convenienti e moderni: ne sono un elemento centrale nel tessuto economico, sociale e civile, tengono insieme modernità e tradizioni.

 

Obiettivo della iniziativa (della campagna di comunicazione e del concorso) era quello di creare una maggiore attitudine alla spesa nei negozi e nelle attività, così come a considerare maggiormente l'utilità, il buon rapporto qualità-prezzi e la stessa convenienza del negozio locale, valorizzandolo sia per comodità e vicinanza, sia in relazione alla socialità e alla qualità della vita in paese (soprattutto se raffrontata con lo stress e la spersonalizzazione nei grandi centri commerciali).

Nel momento di difficoltà dell'andamento dei consumi e delle vendite, le esigenze delle attività ubicate nei paesi e nei piccoli centri sono ancora e più evidenti e si accentua il problema della loro sopravvivenza. In tal senso forte è l'appello e l'invito rivolto ai cittadini residenti, così come alle istituzioni locali dalla Confesercenti che ha presentato anche articolate proposte ai comuni in vista dei Bilanci del 2010.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -