Ravenna, Consorzio. Ancisi: ''Lettera di Preda al sindaco riservata e personale''

Ravenna, Consorzio. Ancisi: ''Lettera di Preda al sindaco riservata e personale''

Ravenna, Consorzio. Ancisi: ''Lettera di Preda al sindaco riservata e personale''

RAVENNA - Se la lettera che l'ex presidente del Consorzio dei servizi sociali di Ravenna, Aldo Preda, scrisse al sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci, il 4 ottobre 2007, non e' protocollata, c'e' una ragione precisa: "Sopra c'e' scritto 'riservata e personale'". Lo rende noto il presidente della commissione d'indagine sul Consorzio, Alvaro Ancisi, che tra l'altro e' l'unico, a quanto pare, ad averne una copia con la firma dell'ex presidente in calce.

 

Ora, di fronte alle dichiarazioni dell'ex senatore che dice di non sapere se la lettera sia mai stata spedita, Ancisi osserva: "E' chiaro che la lettera e' stata scritta per essere consegnata. Se ne e' dimenticato? E' difficile crederlo". Dall'altra parte, pero', "fino a prova contraria e' anche difficile non credere al sindaco, che dice di non averla ricevuta".

 

E precisa che "c'era scritto sopra 'riservata personale': questo giustifica la mancanza di protocollazione all'inizio e alla fine".  Ma la reazione di Preda ha fatto anche infuriare il capogruppo Fi-Pdl, Eugenio Costa: "Le spiegazioni di Preda sono intollerabili, e' chiaro che qualcuno l'ha incaricato di fare l'agnello sacrificale. E' offensivo per chi legge".

 

Quella dell'ex presidente del Consorzio, dice Costa, "non era una lettera di auguri di buon Natale, era un documento in cui si denunciavano difficolta' enormi". E dunque "far dichiarare certe cose a uno che e' stato senatore per due anni e' vergognoso. Vuol dire che copre qualcuno". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -