Ravenna: Consorzio di bonifica Romagna centrale, 10 mln di euro di entrate

Ravenna: Consorzio di bonifica Romagna centrale, 10 mln di euro di entrate

RAVENNA - Positivo il risultato di gestione registrato dal bilancio consuntivo del Consorzio di Bonifica della Romagna Centrale per l'esercizio 2007. I dati economico-finanziari fanno registrare un avanzo di gestione pari a 51.390 euro, a conferma della buona crescita dei parametri di efficacia, efficienza ed economicità dell'attività di bonifica ed irrigazione svolta dall'Ente di via Mariani.

 

Scendendo nell'analisi dei dati, le entrate effettive ammontano a 9.914.128 euro, di cui 1.551.557 relative alla realizzazione di opere pubbliche e per la distribuzione irrigua tramite impianti.

 

I contributi consortili rappresentano la posta attiva più rilevante (84% della gestione corrente), equamente distribuiti tra terreni agricoli ed extra agricoli. L'informatizzazione delle procedure di riscossione e le convenzioni con i concessionari CORIT (provincia di Forlì) e SORIT (provincia di Ravenna), hanno permesso al Consorzio di ridurre significativamente l'onere della riscossione, segnando un - 41% rispetto al 2001.

 

Passando alle voci di uscita, queste ammontano ad un totale di 9.882.196 euro, di cui 1.486.664 per la realizzazione di opere pubbliche e per la distribuzione irrigua.

Il crescente impegno del Consorzio nell'attività di manutenzione e di esercizio delle opere di bonifica e nella manutenzione degli impianti irrigui è attestata dall'importo della spesa complessiva a carico dell'ente che ammonta a 3.205.784 euro con un incremento dell'attività svolta rispetto al consuntivo 2000 (2.023.943 euro) di circa il 60%.

 

Alcuni numeri danno la misura dell'attività istituzionale di gestione e manutenzione svolta dal Consorzio: durante il 2007 i diserbi hanno riguardato tutti i canali consorziali per circa 9.500.000 mq. in provincia di Ravenna e 6.015.000 mq. in provincia di Forlì, mentre sono stati eseguiti espurghi e riprese di frane in fossi e canali per oltre 23 km. nella provincia ravennate e 16 km. in quella forlivese. Il consuntivo degli impianti idrovori mette a bilancio un sollevamento complessivo di 50.000.000 mc. di acque di pioggia.

Preme poi sottolineare che i prelievi dal C.E.R. e da fiumi hanno raggiunto i 32.000.000 mc., con un incremento di oltre il 50% rispetto all'esercizio 2000, risultati che affiancano quelli conseguiti dai sistemi di distribuzione della risorsa idrica tramite impianti, passata in 7 anni dal 25% al 41%.

Nella collina e montagna forlivese il Consorzio ha realizzato in maniera diffusa interventi urgenti di ripristino di pendici in frana e sistematiche manutenzioni stradali per oltre 200 km. di viabilità interpoderale.

 

Relativamente all'esecuzione di nuove opere pubbliche, va rilevato che  l'attività straordinaria, accertata a consuntivo 2007 per circa 1 milione di euro, non esprime la effettiva misura dei lavori effettivamente realizzati, che normalmente hanno durata pluriennale e dunque non rendono conto della effettiva attività svolta dal Consorzio nel 2007; attività che, per progettazioni e realizzazione di opere di bonifica e irrigazione, ha interessato circa 70 progetti per un totale di 25 milioni di euro.

 

Inoltre, a fronte di una preoccupante assenza di nuovi finanziamenti da parte della Regione, che ormai da alcuni anni non prevede nei propri bilanci nuove risorse per la realizzazione di opere di bonifica idraulica e montana e di irrigazione, nel luglio 2003 sono stati finanziati dallo Stato i grandi progetti per l'uso plurimo delle acque del  CER "Bevano-Fiumi Uniti" e "Ronco-Bevano", per un importo complessivo di 45 milioni di euro, che nel 2005 sono stati consegnati alle imprese esecutrici e sono proseguiti nel 2006 e nel 2007 richiedendo, così, una rilevante attività da parte della struttura tecnico-amministrativa del Consorzio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -